Lichtsteiner: “Lascio la Juventus, vado lontano dall’Italia”

lichtsteiner addio juventus

Stephan Lichtsteiner ha annunciato il suo addio alla Juventus al termine della vittoria contro il Bologna per 3-1: “A fine stagione lascio la Juve, servono nuovi stimoli. Saranno i miei ultimi 14 giorni qui”, ammette il terzino svizzero. Una notizia che si conosceva già considerato che il suo cartellino è in scadenza e non c’è stato alcun rinnovo. I tifosi della Juve, però, possono stare tranquillo: le indiscrezioni del recente passato non sono confermate e a differenza di Asamoah non andrà all’Inter: “Prossimo club? I tifosi sanno che non farò scelte ‘sbagliate’… Non posso dire il nome perché non ho ancora firmato niente, ma andrò lontano dall’Italia. Quando finirà la stagione chiarirò tutto”.

Prima di andarsene, però, Lichtsteiner non risparmia una critica a quei tifosi della Juventus che hanno contro il Bologna hanno fischiato la squadra nei momenti di difficoltà, anziché incitare i ragazzi. “Sbagliato fischiarci, se vinceremo il settimo Scudetto di fila ci sarà poco da fischiare. Abbiamo bisogno di loro, è anche normale andare in difficoltà. Capisco che sono abituati al fatto che vinciamo sempre, quindi per loro è normale, ma non ci sta però che quando siamo sotto nel primo tempo ci fischino. Se i nostri fischiano, quelli delle altre squadre che dovrebbero fare?”.

Prima di lasciare Torino, però, lo svizzero sogna di portare a casa il 7° scudetto con la maglia della Juventus e la sua quinta Coppa Italia (3 vinte con i bianconeri e una con la Lazio). Nel suo palmares ci sono anche 4 Supercoppa Italiana e un campionato svizzero. Nei giorni scorsi sono circolate voci di un interesse da parte di club francesi e tedeschi, dove andrà a chiudere la carriera Lichtsteiner?