Klopp: “Dispiaciuto per Sarri, non volevo metterlo sotto pressione”

Il tecnico del Liverpool torna sulle dichiarazioni fatte qualche giorno fa sulla rosa della Juventus

klopp sarri juventus

Jurgen Klopp, allenatore del Liverpool, torna sulle parole pronunciate nei giorni scorsi sulla rosa della Juventus e lo fa sostanzialmente chiedendo scusa a Maurizio Sarri. “La Juventus ha una rosa pazzesca, è favorita per la Champions e non mi spiego perché non abbia 10 punti di vantaggio sulla seconda in campionato”, aveva dichiarato il tecnico tedesco. Qualcuno ci aveva visto la volontà di allontanare le pressioni dalla sua squadra in chiave europea e di “criticare” per certi versi il lavoro svolto da Sarri con un parco giocatori di primissimo livello. In realtà, Klopp non voleva fare nulla di tutto ciò.

Klopp: “Sono dispiaciuto per Sarri”

“Sono dispiaciuto – spiega l’allenatore del Liverpool – non volevo mettere Sarri sotto pressione. Non uso questo genere di giochi mentali, mettere la pressione sugli altri non è nel mio stile. Mi hanno fatto una domanda e a volte io non penso prima di parlare. Ho detto semplicemente che non so per quale ragione la Juve non sia in testa con 10 punti di vantaggio in Serie A, cosa che potevo dire. Poi ho visto la Lazio contro l’Inter ed è quella la ragione. Queste due squadre sono la ragione, nient’altro. L’Inter che è di nuovo lì a lottare e la Lazio che sta facendo una stagione incredibile. Sono queste le ragioni. Non volevo mettere sotto pressione Maurizio – ribadisce – lo rispetto troppo. E sono stato contento quando ho sentito la sua risposta, ha detto che sono molto divertente”.

La pressione non si mette a parole

Tornando sulla squadra favorita per la vittoria della Champions, Klopp poi scherza: “E poi la più grande favorita in qualsiasi competizione è il Paris Saint Germain, quindi ora hanno loro la pressione (sorride, ndr). In realtà – conclude – non credo che quello che dico possa mettere pressione ad altre squadre, se devo essere onesto”.