Khedira: lo Zenit smentisce l’interesse e il tedesco non vuole rescindere

Ancora nulla di fatto sul fronte Khedira: la Juventus vuole chiudere anticipatamente il contratto col tedesco

Khedira zenit rescissione

Sami Khedira non è vicino alla rescissione del contratto con la Juventus e non è nemmeno ad un passo dall’accordo con lo Zenit San Pietroburgo. Smentite in poche ore le indiscrezioni circolate nei giorni scorsi, con Fabio Paratici che è alle prese con una delle operazione in uscita più complicate della sua gestione. Nella giornata di ieri, il direttore generale dello Zenit, Alexander Medvedev, ha smentito seccamente l’interesse nei confronti del numero 6 bianconero: “Non voglio nemmeno commentare questo interesse. Su Khedira solo voci messe in giro dagli agenti”, ha evidenziato.

La situazione rimane congelata, insomma, con la dirigenza Juve desiderosa di chiudere con un anno di anticipo il rapporto con Khedira, attualmente valido fino al giugno del 2021. La risoluzione anticipata del tedesco non comporterebbe minusvalenze, essendo arrivato a parametro zero nell’estate del 2015. Ci sarebbe, insomma, solo da perderci qualcosa come 6 milioni netti d’ingaggio, 10 lordi, ma non sembra essere nemmeno quello il problema. Sami è convinto di potersi ancora giocare le sue carte a Torino e non ha intenzione di firmare la rescissione nemmeno ottenendo l’intera posta dell’ultimo anno di contratto.

Khedira e Higuain congelano il mercato della Juventus

Secondo Tuttosport, nelle ultime ore sarebbero risuonate sirene dalla Major League Soccer, campionato che ha già accolto Blaise Matuidi e che presto dovrebbe essere raggiunto anche da Gonzalo Higuain. Sia nel caso del Pipita, sia in quello di Khedira, gli addii sono indispensabili per fare spazio ai nuovi innesti richiesti da Pirlo. Senza le loro rescissioni, il mercato della Juve rimarrebbe bloccato. E non sarebbe la prima volta.