Khedira in Inghilterra: “Mi preparo all’intensità della Premier”

Il centrocampista tedesco della Juventus è volato in Inghilterra alla ricerca di un nuovo contratto

khedira premier league

Sami Khedira è volato in Inghilterra con un solo obiettivo: quello di rimanerci. Il centrocampista tedesco della Juventus si è finalmente deciso a trovare una nuova squadra, appurato che da qui al termine della stagione comunque non avrebbe spazio in bianconero. “Sì – dichiara a The Athletic – la Premier League mi manca nella collezione, sarebbe la ciliegina sulla torta. Mi sto allenando. Ho fatto delle sessioni extra con i miei preparatori per essere pronto all’intensità della Premier League”, ha ammesso il numero 6 bianconero.

Tra le ipotesi più accreditate c’è l’Everton di Carlo Ancelotti, ma in un primo momento sembrava potesse entrare in corsa per Khedira anche il Tottenham di José Mourinho. “Sono ancora in contatto con lui – prosegue – mi ha detto di seguire la mia passione e le emozioni. Ha un modo di convincere le persone incredibile, c’è qualcosa di diverso nei suoi occhi. È molto diretto ed è perché tiene a suoi giocatori. Il massimo non è abbastanza per lui, ti spinge al limite. Grazie a lui sono il giocatore e la persona che sono oggi. Quando non parla più con te, allora devi preoccuparti. Sono contento che stia facendo così bene al Tottenham. Nessuno mi ha insegnato quanto lui. Non smette mai di crederci, ecco il suo segreto. Ora è tornato ancora, è affascinante ma non mi sorprende”.

Khedira: “Mi manca il campo”

Alla Juve, purtroppo, la sua esperienza si è conclusa nel peggiore dei modi, praticamente da separato in casa e senza la possibilità di prendere parte alle partite, pur allenandosi tutti i giorni con i compagni. “Mantengo intatti i livelli di energia, la mia motivazione, ma alla fine della giornata mi rendo conto che voglio stare in campo, lottare per fare punti… Per questo sto cercando di invertire la tendenza o di lasciare Torino per fare ciò che amo di più: giocare a calcio. Quella attuale non è una situazione che sono abituato a vivere – insiste – non sono soddisfatto. Io sono un giocatore competitivo, ho voglia di scendere in campo. In questo periodo però mi sono adattato alla situazione e cerco di sfruttarla nel migliore dei modi: prendo parte alla preparazione pre-partita e all’analisi video. Il mio contributo c’è, mi vedo come un punto di riferimento per i più giovani”, conclude Khedira.