Kean rinasce e ringrazia Allegri per gli “allenamenti”

Il centravanti classe 2000, migliorato atleticamente ma anche tecnicamente, dà i meriti all’allenatore

kean juventus allegri

Moise Kean è rinato: i numeri non mentono mai e se nelle ultime 5 presenze ha messo a segno 4 reti non può di certo essere un caso. Al termine della vittoria della Juventus contro la Lazio per 3-0, in cui ha messo a segno una doppietta, Massimiliano Allegri lo ha elogiato, sottolineando l’impegno profuso dal ragazzo anche per perdere peso e allinearsi prima di tutto fisicamente. Che sia più brillante il classe 2000 è sotto gli occhi di tutti, sembra un lontano parente del calciatore impacciato e per certi versi indisponente dell’inizio di stagione.

Kean e gli allenamenti di Allegri

Gran parte del merito, dichiara lo stesso Kean a fine partita, è di Massimiliano Allegri. Il centravanti ammette che il tecnico livornese non ha mai smesso di incitarlo e motivarlo, ma il suo apporto non è stato solo mentale. Il bomber parla di “pazienza” da parte del mister, che si ferma spesso con lui a fine allenamento per spiegargli i movimenti che deve fare per essere più incisivo in zona gol. Insomma, Kean viene “allenato” da Allegri e continua a migliorare, esattamente come sta facendo un altro suo compagno, ovvero Adrien Rabiot.

Se per mesi abbiamo letto di giocatori “normalizzati” o addirittura “peggiorati” dando le colpe all’allenatore della Juventus, ora è il momento di tributargli i giusti meriti.