Juventus: via il dirigente che si occupava dei contratti

Risolto consensualmente il contratto che legava Maurizio Lombardo alla Juventus fino al 2021

juventus via lombardo segretario contratti

La Juventus ha risolto consensualmente il contratto con Maurizio Lombardo, il dirigente che fino ad oggi si è occupato nel club bianconero dei contratti. Da 9 anni alla Juve, Lombardo era sostanzialmente una figura a metà tra Fabio Paratici e Stefano Bertola, ovvero i due CFO rispettivamente dell’area tecnica e di quella amministrativa. Insomma, non si concludeva operazione di mercato se non dopo essere passata attraverso le sue mani. Che sarebbero stati mesi di cambiamenti alla Vecchia Signora era chiaro da tempo, ma ora l’interrogativo sorge spontaneo: Lombardo sarà sostituito (si parla da giorni di Michele Uva) oppure i suoi compiti saranno svolti da qualcuno che si trova già nell’establishment societario.

Non è chiaro se dietro questa rottura improvvisa ci sia un motivo peculiare o se si tratta semplicemente di qualcosa già decisa da tempo, ma tenuta magistralmente nascosta fin qui. Sta di fatto che il segretario della Juventus aveva un contratto in essere fino a giugno 2021. Di seguito il comunicato del club torinese.

Juventus: il comunicato sull’addio di Lombardo

“Juventus Football Club – si legge nella nota – comunica di aver raggiunto un accordo per la risoluzione consensuale del contratto con Maurizio Lombardo, General Secretary, che lascia il club dopo quasi dieci anni. Lombardo – arrivato alla Società all’inizio della stagione 2011-12 – con la sua professionalità ha contribuito alla gestione dell’area sportiva e ai numerosi successi conseguiti fino ad oggi. A Maurizio vanno i ringraziamenti di tutto il gruppo dirigente della Juventus e dei suoi colleghi”.