Juventus-Torino, polemiche? Ma se è stata più dura con il Benevento!

Juventus-Torino coppa italia
© foto www.imagephotoagency.it

Juventus-Torino 2-0 – Che in Italia la Var non sarebbe stata messa in discussione fintanto che non ci fossero stati episodi controversi in favore della Juventus era ampiamente previsto. Questo giusto per sottolineare il fatto che alla maggior parte dei tifosi e degli addetti ai lavori, questo strumento non interessa in quanto potrebbe aiutare gli arbitri a non sbagliare, ma interessa in quanto dovrebbe aiutare le altre squadre a battere la Juventus. Questo è il punto. Ieri, abbiamo assistito a una partita che francamente è stata un monologo della Juventus. Il Toro non è mai stato in grado di impensierire la squadra bianconera. I granata non hanno mai dato l’impressione, nemmeno per un minuto, di poter fare un gol.

Ma analizziamo quanto successo nell’occasione del 2a0 con tutta l’obiettività possibile. Partiamo dal presupposto che non sempre un contrasto fra due giocatori è fallo. Questo è il calcio non è il basket, dove si cerca di evitare il più possibile il contatto. Se ogni qualvolta che due giocatori venissero a contrasto fosse sempre fallo, giocatori come Gattuso, Davids ma anche come Matuidi e Baselli non potrebbero giocare a calcio, perché farebbero fallo ad ogni intervento. Nello specifico, per quello che ho potuto vedere Khedira interviene prima sul pallone e poi sul giocatore avversario. Il pallone cambia completamente direzione e infatti finisce a Dybala. Dire che è un fallo che si può fischiare si puó dire, il fatto che Khedira prenda la palla è un fatto, ma non è la sola discriminante. La valutazione principale che deve fare l’arbitro è sulla veemenza che ci mette il nostro e li è una valutazione dell’arbitro non c’è nessun regolamento che metta un paletto li è l’arbitro che stabilisce se la foga di Khedira è regolamentare o è eccessiva. Ok perfetto. Ma pure fosse stato dato che cosa cambiava? In quel momento il risultato è assolutamente stretto, la Juve sta vincendo 1-0 ma sta dominando in lungo e in largo. Il Toro ha fatto un solo tiro in porta in modo assolutamente casuale su un rilancio del proprio portiere penetrando nella zona dove ci sono Sturaro e Rugani a difendere, diciamo la nostra zona più debole. Nonostante Sturaro abbia giocato un non buon primo tempo e non sia nemmeno un terzino, da quella parte lì non sono più passati e men che meno da altre parti. Quando poi è entrato Lichtsteiner tutte le iniziative del Toro sono morte sul nascere. Di contro la Juve sta provando a fare il raddoppio con costante pressione ed è comunque in vantaggio 1-0. Il gol del raddoppio avviene circa al 68mo dopo un’ora di partita in cui il Toro ha solo praticamente subito, difficile capire cosa cambi anche al livello della partita? Certo cambia la durata dell’agonia. Potevano agonizzare ancora un poco chissà. Difficile, molto difficile ipotizzare un gol del pari da parte del Toro. Certo, se si fosse rimasti 1-0, il risultato sarebbe stato ancora in bilico ma va detto che ci hanno dato più filo da torcere e impensierito il Benevento, il Verona, l’Udinese o il Chievo, piuttosto che questo Toro.

Miahjlovic (nel frattempo esonerato) invece di fare sceneggiate dovrebbe cercare di inventarsi qualcosa per insegnare ai suoi giocatori a giocare. È bene sempre ricordare che costui è quello che quando vinse a Crotone con 2 gol irregolari e gli fecero presente che i Calabresi se ne lamentavano rispose pubblicamente: “Non me ne frega un caz…”.

Juventus-Torino: non c’è mai stata partita

La Var in questo inizio di stagione ha fatto diversi errori discutibili, alcuni gravi anche contro la Juventus. Con il Genoa c’è stato assegnato contro un rigore nonostante il giocatore in questione fosse in posizione di fuorigioco, contro il Cagliari ci è stato dato un rigore contro per un contrasto veramente futile. Contro l’Atalanta c’è stato annullato un gol per una manata in faccia a Gomez veramente veniale. Senza aprire un capitolo sulle nostre avversarie altrimenti tra Napoli Roma e Inter scriviamo un romanzo, Domenica scorsa al Crotone è stato tolto un possibile rigore per un fallo di mano macroscopico di Mertens, che ricordo avrebbe potuto portare la squadra del Crotone sull’1-1 e togliere 2 punti in classifica al Napoli che non sarebbe stato più in testa al campionato. Su questo il signor napolese Varriale non ha avuto niente da twittare. Ora ci si lamenta per un gol che ha chiuso una partita che era già chiusa dal primo minuto. Diciamo che questo gol nostro era anche possibile annullarlo ma il Toro per l’ennesima volta è stato preso a pallonate dall’inizio alla fine e se c’è un risultato giusto ieri non è sicuramente quello del 2-0. Siamo tutti più obiettivi. Siate obiettivi. Il Toro non meritava né il pari né il passaggio del turno. Szczesny è morto di freddo a non fare niente per tutta la partita. Capisco sia mortificante vedere la propria squadra non avere proprio gli strumenti per contrastare la nostra ma ormai il copione è diventato stucchevole. Ogni volta presi a pallonate dal primo al 90mo fino poi a trovare l’episodio su cui costruire le proprie scuse. E basta su. Non vi stancate di questa vitaccia?