Juventus in silenzio stampa, ma Allegri per ora non si tocca

Giocatori sfiduciati, ambiente depresso, ma si andrà avanti con Max almeno fino alla sosta per il Mondiale

allegri juventus

All’indomani della sconfitta di Monza non può che esserci delusione e scoramento in casa Juventus. La dirigenza, se si eccettua l’intervista concessa da Marco Landucci allo U-Power Stadium, ha disposto il silenzio stampa da parte dei giocatori, anche sui social network. Ha parlato Angel Di Maria per scusarsi dell’espulsione decisiva, a suo dire, ai fini del risultato, ma per il resto non ci sono altri post di “carica” per i tifosi. Tutti zitti e lavorare, lo dice sempre Massimiliano Allegri e lo ha ripetuto anche Landucci ieri.

La Juventus conferma Allegri, per ora

A proposito del tecnico livornese, è ovvio che la società Juve abbia pensato anche all’allontanamento, ma non è questo il momento. Qualcuno vede nella sosta per le nazionali il momento ideale per cambiare guida tecnica e consentire ad un nuovo allenatore di far digerire i propri dettami. Niente di tutto ciò sarebbe possibile, poiché gli impegni delle nazionali svuoteranno la Continassa almeno per i prossimi 10 giorni. Insomma, ogni decisione è rinviata ai 45 giorni di stop per il Mondiale, anche se pure allora si riproporrebbe la questione dei calciatori disponibili.

Folletti “commissariato” da Andreini?

Di sicuro, Allegri e il suo staff dovranno approfittare di questi giorni per ricalibrare la questione atletica, che è ritenuto un problema non più rinviabile. Il prof Andreini sarà coinvolto maggiormente, anzi il suo sarà una sorta di commissariamento nei confronti dell’area performance. Dopo le nazionali, anche per via del rientro di qualche infortunato, ci si attende una sferzata almeno dal punto di vista dei risultati, altrimenti accadrà l’inevitabile.