Juventus-Napoli: niente 3-0 a tavolino, il giudice sportivo prende tempo

Il giudice sportivo, Gerardo Mastrandrea dispone un supplemento di indagine?

juventus-napoli giudice sportivo

Oggi non ci sarà alcuna decisione su Juventus-Napoli da parte del giudice sportivo Gerardo Mastrandera. Niente 3-0 a tavolino, insomma, come riporta il quotidiano La Repubblica: Mastrandrea si prenderà tempo per analizzare bene la situazione. Con il passare delle ore prende corpo la richiesta di un supplemento di indagine, mandando gli atti alla Procura federale della Figc, guidata da Giuseppe Chinè. E’ fin troppo evidente che si tratti di una mera presa di tempo “politica”, per capire quali saranno i prossimi passi di Figc, Lega e governo.

La decisione del giudice sportivo ovviamente sta suscitando reazioni sdegnate da parte di molti tifosi della Juventus. Il regolamento parla chiaro, i protocolli approvati a giugno anche, ma evidentemente qualcuno vuole rompere l’armonia anche a rischio che il campionato si fermi qui. A destare nervosismo nella piazza, inoltre, il fatto che Mastrandrea non sia proprio sconosciuto ai tifosi del Napoli.

Chi è il giudice sportivo Mastrandrea

Ex docente universitario, giudice del Tar, Consigliere di Stato, Capo dell’Ufficio legislativo alle Infrastrutture e Trasporti, tra le altre cose è stato il Consigliere che nel gennaio 2013 ha scagionato il club di De Laurentiis dall’accusa di responsabilità oggettiva per la mancata combine di Sampdoria-Napoli (2010), tentata dall’allora portiere Matteo Gianello e che coinvolgeva anche i calciatori Paolo Cannavaro e Gianluca Grava. Fu proprio l’attuale giudice sportivo a ridurre a zero i punti di penalizzazione per il Napoli allora allenato da Mazzarri e ridusse la squalifica per i due difensori partenopei, con una sentenza che ha fatto storia.