Juventus-Napoli: la data di recupero è una beffa per Agnelli

De Laurentiis avrebbe chiesto e ottenuto di giocare il ritorno a fine campionato (a stadi aperti, forse)

juventus-napoli recupero beffa agnelli

Secondo l’ipotesi più accreditata, Juventus-Napoli si recupererà il prossimo 14 febbraio. Il match non giocato per la mancata presentazione del club di De Laurentiis, che è stato sanzionato da due gradi di giustizia sportiva e poi scagionato dal Collegio di Garanzia del Coni, non è stato ancora calendarizzato. Secondo quanto riferiscono da giorni diversi quotidiani sportivi, però, in realtà la data ci sarebbe già e corrisponderebbe con quella di Napoli-Juve, gara valida per il girone di ritorno di Serie A 2020-2021.

Juventus-Napoli: altra beffa in arrivo per Agnelli

In sostanza si invertirebbe il campo, giocando il 14 febbraio all’Allianz Stadium anziché al Diego Armando Maradona, mentre la partita di ritorno sarebbe rinviata al termine del campionato. In questo caso, sottolineano molti tifosi bianconeri, gli azzurri otterrebbero oggettivamente un vantaggio. Infatti, Juve-Napoli si giocherebbe allo Stadium a porte chiuse, mentre il match di ritorno si disputerebbe in una situazione di contagi probabilmente migliorata e con la riapertura degli stadi.

Insomma, De Laurentiis otterrebbe un’altra vittoria avendo il supporto del pubblico e l’eventuale incasso della partita. Quello che sostanzialmente avrebbe voluto fare chiedendo il rinvio della Supercoppa. In ogni caso, dopo la beffa della sentenza del Coni, se la Juventus accettasse questa calendarizzazione, per Agnelli si tratterebbe di una nuova beffa.