Interviste Primo Piano Video Juventus

Juventus-Napoli 2-1: interviste Allegri, Bonucci, Buffon e Marotta (Video)

Juventus-Napoli 2-1 intervista allegri
Scritto da Redazione JM

Juventus-Napoli 2-1: le interviste post-partita, parola al tecnico Allegri, all’autore del primo gol Bonucci e a capitan Gigi Buffon

Juventus-Napoli 2-1: le interviste post-partita. Massimiliano Allegri è raggiante per la vittoria contro il Napoli presentandosi davanti alle telecamere di Mediaset Premium.\r\n\r\n“Vittoria importante contro il Napoli, uno scontro diretto. Nel secondo tempo abbiamo giocato meglio, abbiamo preso un gol che potevamo evitare, più che il cambio di modulo ho messo un giocatore offensivo. Nel secondo tempo abbiamo preso dei rischi. I difensori a disposizione possono giocare senza coperture anche uomo contro uomo contro tutti. Higuain? Non gli ho detto niente, è andato in campo sereno – prosegue – , ha fatto una buona partita così come Mandzukic. Si dice che non potrebbero giocare insieme invece hanno fatto bene, danno peso in attacco e sono contento”.\r\n\r\nIl centrocampo, almeno fino all’ingresso di Marchisio, ha patito ancora una volta un po’ troppo. Male Hernanes, ma male ancora una volta Pjanic. Allegri difende entrambi:\r\n\r\n“Miralem nel primo tempo ha fatto una buona partita, nel secondo tempo gli mancava un po’ di forza, era un po’ in affanno, gli mancava un po’ di lucidità per debito di ossigeno. Ha fatto bene per la squadra, ha fatto tre o quattro gol, assist, giocando tante partite, senza Pjanic ora è difficile senza Dybala e Pjaca, ci dà qualità in più. Hernanes? A me dispiace che qualcuno l’abbia fischiato, anche a livello difensivo, non era facile giocare contro il Napoli, nella ripresa ha dato geometrie, dispiace quando gioca e la gente lo fischia, i giocatori della Juventus vanno aiutati sempre e comunque”.\r\n\r\nParadossalmente, la Juventus stasera ha fatto meglio nella ripresa, a conferma che la forma fisica sia ora delle migliori. Occorre solo migliorare un po’ il gioco…\r\n\r\n“Sul fatto che non si possa stare in condizione tutto l’anno è normale – risponde Allegri a Sacchi – . Oggi la squadra nel secondo tempo ha fatto meglio, nel primo tempo andavamo avanti e poi indietro, per caratteristiche i giocatori hanno caratteristiche diverse da altri, strappiamo di meno, quelli che lo fanno sono Cuadrado, Alex Sandro, Pjaca, noi alziamo ritmo, velocità e prendiamo il sopravvento. La classifica rispetto all’anno scorso? La Roma può ambire al titolo, il Napoli è a sette punti, ha ancora tante gare da fare, oggi è la data di nascita di mio figlio il piccolino, non mi ha tradito”.\r\n\r\n\r\n

Juventus-Napoli 2-1: Bonucci

\r\nLeonardo Bonucci ha parlato a Mediaset Premium dopo la vittoria e il gol messo a segno al Napoli.\r\n\r\n“Tre punti importanti – esordisce – , mandiamo il Napoli a meno sette, teniamo a distanza la Roma, non abbiamo fatto una grande partita, abbiamo però trovato la cattiveria con difficoltà, abbiamo lottato e rincorso con un buon risultato. Sinceramente non mi interessa il gioco, basta vincere in campo europeo. Il gioco arriverà, ci lavoreremo, con la voglia di vincere siamo a buon punto. Gol? Ci tenevo tanto, un momento duro, abbiamo trovato la forza di guardare avanti con tutte le persone che mi contornano, persone che mi vogliono bene e il gol come avete visto era per me e la mia famiglia, mio figlio Matteo e Leonardo. I tifosi mi hanno dato una grande spinta, li voglio carichi. Higuain? Avevo detto che avrebbe segnato, fortunatamente sta dalla parte nostra, i campioni decidono queste partite”.\r\n

Juventus-Napoli 2-1: Buffon

\r\nPresentatosi davanti alle telecamere di Mediaset Premium, Gianluigi Buffon sottolinea l’importanza della vittoria contro il Napoli.\r\n\r\n“La rincorsa della stagione è andata in archivio, la vittoria di stasera ha un peso specifico rilevante, ma non ci culliamo dietro ai tre punti, aiutano a lavorare meglio, essere felici ma se abbiamo ambizioni più grandi come quelle che stiamo coltivando, dobbiamo migliorare ancora. Conta solo vincere? È una cosa importante che preserva da critiche, stiamo confermando con i risultati qualcosa di importante, se penso a un quarto di finale di Champions penso che abbiamo fatto qualcosa di importante. Però se penso ad un quarto di finale, una semifinale di Champions contro un tipo di squadra dobbiamo migliorare e fare di più”.\r\n\r\nIl gioco è strettamente legato ad alcuni giocatori di qualità, che pian piano Allegri sta recuperando, sottolinea ancora il capitano.\r\n\r\n“Mancano giocatori che stiamo recuperando, per il nostro equilibrio, per armonia di gioco, è qualcosa di talmente evidente che può essere una motivazione. È anche vero che se vengono meno altri giocatori abbiamo una rosa talmente competitiva che dobbiamo cercare di mettere qualcosa di migliore e convincere. Credo che alla fine lo si pensa per cercare di migliorare ancora e non sentirsi appagati e visto che le vittorie vengono e ti fanno lavorare meglio, dobbiamo alzare l’asticella e migliorare sotto il profilo del gioco”.\r\n\r\nSulla prestazione deludente di Pjanic, infine:\r\n\r\n“Sicuramente credo che abbiamo cambiato come caratteristiche dei protagonisti a centrocampo e di conseguenza dobbiamo trovare il modo migliore per poterle sfruttare. Un giocatore come Pjanic può fare e farà la differenza perché ha una qualità enorme, ma anche noi come compagni dobbiamo metterlo in condizioni di poter esprimere il suo valore che vedendolo in allenamento è di un giocatore grandissimo”.\r\n

Juventus-Napoli 2-1: Marotta

\r\nPrima della partita, il Ceo e General Manager Beppe Marotta aveva parlato a Mediaset Premium delle ultime voci di mercato.\r\n\r\n“Pastore non è un profilo di interesse, è del PSG, su quel profilo siamo a posto, una risposta che può soddisfare. Higuain? Devo dire che sta bene, sul punto emotivo non può dimenticare il Napoli, un fenomeno sportivo con dichiarazioni fuori luogo degli esponenti locali, una serata speriamo positiva per il calcio italiano ed internazionale. Sfida decisiva? Credo che abbia ragione Allegri – insiste – , dobbiamo dare una risposta come prestazione che ci può dare un’identità, siamo in una fase interlocutoria. Mercoledì la vittoria ci dà la possibilità di accedere al turno successivo, il turno di mercoledì è più importante di oggi, affrontiamo entrambe le squadre per vincere. Marchisio fuori? Non per problemi fisici, il legamento ha retto, era tanto che non giocava, una gara ufficiale, piccoli acciacchi al fatto che non ha giocato, il doppio turno ha fatto sì che l’allenatore ha pesato le disponibilità. Avvicendamento fisiologico, è pronto ad intervenire in ogni momento. De Rossi? Ogni settimana si allunga la lista, sono decine e decine, più di 25 non possiamo averne, abbiamo una rosa competitiva, questo gruppo può regalarci tante soddisfazioni, dobbiamo valorizzare a pieno queste risorse”.

1 Commento

  • C’è poco da dire: le squadre allenate da Allegri vincono( molte volte fortunosamente) ma non convincono. In campo internazionale speculare sul risultato non ha mai portato alla vittoria finale; ci si può arrivare vicini avendo molto c…lo in certe partite, vedi partita con il Lione.\r\nLa Juve, con la rosa giocatori che ha, deve obbligatoriamente giocare meglio!

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi