Juventus-Milan a porte chiuse? La Regione Piemonte si smarca

Ancora dubbi sulla semifinale di Coppa Italia in programma mercoledì sera

juventus milan porte chiuse semifinale coppa italia

Niente tifosi all’Allianz Stadium per Juventus-Milan? La semifinale di ritorno di Coppa Italia in programma mercoledì sera si potrebbe giocare a porte chiuse, oppure come precedentemente indicato a porte aperte con restrizioni per i tifosi provenienti da Lombardia, Emilia Romagna Veneto e dalle province di Savona e Pesaro-Urbine. L’aumento esponenziale dei contagi da coronavirus nel Piemonte ha portato le autorità a cambiare gli scenari: sarà prolungata la chiusura delle scuole e le altre misure restrittive. Per il calcio, invece, il presidente Alberto Cirio si smarca: “Juve-Milan? Non è una mia competenza o potere, il presidente del Consiglio con un decreto ha stabilito che tutti gli eventi sportivi possono svolgersi. Se il prefetto o il sindaco di Torino riterranno di porre limitazioni – dichiara – sarà una competenza loro”.

Juventus-Inter: difficile un recupero a breve

Si attende la decisione definitiva ma senza altre comunicazioni ufficiali, Juve-Milan si giocherà a porte aperte con restrizioni e non a porte aperte solo per i residenti in Piemonte come indicato da qualche TV. A questo punto, non ci sembrano essere i margini per il recupero a breve di Juventus-Inter: anche se si giocasse lunedì 9 marzo, come da indiscrezioni delle ultime ore, difficilmente sarà garantito l’accesso ai tifosi, ma si giocherebbe ancora a porte chiuse o a porte aperte con restrizioni. L’emergenza coronavirus è ben lungi dalla conclusione e per la questione rimborsi dalle parti della Continassa si preparano sconti e buoni da utilizzare per altri beni e servizi societari.