in ,

Juventus: dalle cessioni un tesoretto per Marotta

Oltre al budget messo a disposizione dall’Exor, la cui entità si conoscerà intorno a metà maggio, il DG della Juventus Beppe Marotta, non potendo contare sugli introiti della Champions League, dovrà accumulare un tesoretto tramite le cessioni. I primi indiziati sono i ‘parmensi’ Amauri e Giovinco che si stanno riabilitando con la maglia dei ducali. Per quel che riguarda il fantasista, il Parma rileverà la metà del cartellino prima di decidere se trattenerlo ancora in Emilia o se farlo partire: nelle ultime ore si sarebbero fatti avanti diversi club spagnoli. La punta italo-brasiliana, invece, rientrerà di sicuro alla base prima di decidere la destinazione definitiva: le offerte più allettanti arrivano da Fiorentina, Spagna e Inghilterra.\r\nCapitolo giovani: torneranno alla base Pasquato e Marrone per essere inseriti nel riscatto di Matri con il Cagliari, mentre è da discutere con il Bologna (che ne ha rilevato la metà del cartellino la scorsa estate per 2,5 milioni di euro) la situazione di Albin Ekdal, troppo spesso fermo ai box per infortunio. In tutto, i bianconeri, dovrebbero racimolare circa 20 milioni di euro.