Editoriali

Juventus-Chievo: abbiate pazienza

juventus-chievo editoriale
Scritto da Alessandro Magno

L’analisi “a freddo” di Juventus-Chievo: troppe critiche ad Allegri e alla dirigenza, che in tanti vorrebbero avere nelle loro società…

È difficile oggi esser tifosi della Juventus con la testa sulle spalle. Mi viene in mente una frase del grande Battiato, che tuttavia ho già usato un’altra volta come titolo: ”Come è difficile restare calmi e indifferenti mentre tutti intorno fanno rumore”. Non ci sono oggi particolari motivi per esser scontenti della Juventus. Certo si è perso a Cardiff pero’ basta con ‘sto Cardiff, avete frantumato gli zebedei. C’è un futuro oltre Cardiff. Oltretutto finali di Champions se ne sono perse anche con Lippi e Trapattoni e da favoriti, quindi basta davvero, chi non se la sente di restare a tifare perché è troppo scioccato da Cardiff scenda dal carrozzone e lasci in pace gli altri. Noi altri tifosi e la società. Abbiamo una società che fortunatamente lavora per migliorarsi e migliorare di anno in anno, sia in termini sportivi, che in termini economici. E lo fa. Questo è innegabile. Siamo passati dai settimi posti alle finali di Champions, vincendo in Italia quasi tutto il vincibile e comunque lasciando agli altri i trofei minori. Abbiamo dirigenti che, tolto qualche errore fisiologico (anche Moggi che era il numero uno del mercato ne ha fatti), operano con cognizione e hanno fatto una campagna acquisti interessante trattenendo in primis Campioni con la C maiuscola come Dybala e Alex Sandro. E in un mercato dove si spendono 148 milioni per Dembelé non era scontato. Medesimi dirigenti che altre società come il Barcellona vorrebbe strapparci (Marotta e Paratici). Abbiamo un mister che piaccia o no, conti alla mano è fra i mister piu’ vincenti della storia di questa società, e oggi è fra i mister piu’ vincenti che ci siano in circolazione avendo vinto fra l’altro piu’ dei tanto acclamati Klopp e Simeone. Ad oggi ha vinto anche piu’ di Conte (qualche coppa nazionale).

E basta sempre storcere il naso. Si è fatta una partenza come non si era fatta mai con 10 gol segnati in 3 partite e si è a punteggio pieno nonostante la Var ci è venuta contro 2 volte in modo maldestro. Ma le altre squadre le seguite? Il Real Madrid dell’altro tanto acclamato Zidane perdeva 1-0 in casa contro il Levante e ha pareggiato 1-1. Conte con il Chelsea ne ha già persa una (contro il Burnley in casa mica per dire e ha perso pure lui la Supercoppa), e ieri ha vinto per il rotto della cuffia, Mourinho ha fatto 2-2 contro lo Stoke City, Klopp con il suo Liverpool ne ha presi 5 dal Manchester City di Guardiola 5-0. Il Bayern Monaco di Ancelotti ha perso 2-0 in casa dell’Hoffenaim e il Borussia Dortmund non è andato oltre il pari con il Friburgo. Il Monaco campione di Francia ne ha presi 4 dal Nizza e 4 ne ha presi il grande Milan di Mirabelli e Fassone che con altri 3-4 risultati così devono scappare entrambi in incognito in Paraguay. Fra l’altro il Milan del grande Bonucci quello che spostava equilibri. Ovviamente non sto dicendo che Conte non è bravo o Zidane o Klopp non lo siano, dico solo che le difficoltà a inizio stagione ci sono per tutti, soprattutto per le squadre che hanno le coppe e mandano i giocatori in nazionale. Ma sono arcisicuro che se giocassimo in modo splendido ci sarebbe qualcuno che avrebbe da ridire lo stesso, tipo: ”Non è a inizio stagione che devi dare spettacolo ma nelle finali di Champions”, maledetti voi e la vostra Champions del ca…

Juventus-Chievo: ora conta vincere

Abbiamo vinto contro il Chievo una buona squadra. Non fenomenale ma certamente ostica. Una squadra che ha vinto la prima in trasferta contro l’Udinese e ha messo in serie difficoltà la splendida Lazio di Inzaghi che fra l’altro contro il Milan ha dimostrato di esser in un ottimo stato di forma. Allegri contro il Chievo ha fatto riposare molti giocatori e ha sperimentato un nuovo modulo. Ha provato 2 nuovi dall’inizio Matuidi e Douglas Costa. Non tutto riesce subito ma ci vuole mica una scienza a capirlo? Certo che il gioco è migliorabile, certo che si puo’ fare di piu’. Ma si puo’ fare anche molto molto meno (cit. Conte), pare che tutto sia dovuto (cit. bis di Conte). La Juve vince 3-0 con uno splendido Dybala ”e pero’ se non c’era Dybala?”. La Juve sta vincendo 1-0 anche senza Dybala ”e pero’ era autorete”. La Juve vince in rimonta a Genova ”e pero’ ha preso 2 gol”. La Juve non prende gol con Cagliari e Chievo ”e pero’ erano scarsi (pluri semicit. Conte)”, e dai ragazzi quando è troppo è troppo. Stiamo vicino alla squadra vediamo se il gioco migliora col tempo. Ci sono giocatori in rosa di ottima qualità. Il calcio è uno spettacolo ma prima di esser tale è uno sport e quindi una gara a chi vince e arriva prima, la Juve sta vincendo spesso e tanto. Lo spettacolo fine a sé stesso non credo piaccia ad alcuno e se è così gli consiglio di seguire le squadre di Zeman. Sicuramente si divertirà a vedersi recuperare da 3-0 a 3-3 in casa dal Frosinone o a vedere schierata la squadra con l’1-1-8 al calcio d’inizio. Stiamo attraversando uno dei periodi storici migliori della Juventus dopo il quinquennio, la Juve di Sivori Boniperti e Charles, la Juve del Trap e quella di Lippi. Giusto pensare di migliorarsi. Sacrosanto. Sottoscrivo. Mugugnare sempre no pero’. Non è proprio ragionevole.

6 Commenti

  • Grazie di cuore per l’articolo caro Alessandro! A fine novembre come al solito vedremo la vera Juve.
    Come al solito gente che non capisce un c…. c’é ne un botto.

  • Credo sia giusto tutto l’articolo, le critiche sono utili solo se costruttive.
    Le critiche da bar invece sono dannose e portano solo a innervosire tutti, soprattutto se fatte da i tuoi tifosi.

    Io penso sia sbagliato dire come sento da molti “Eh vabbè, son 6 anni che vinciamo, se anche un anno va storto, beh amen” Questo è un discorso che non deve mai entrare nelle stanze della Juve, perdere non è mai da Juve, sia che hai vinto 12 scudetti di fila sia che giochi in B. Quindi basta inutili critiche da bar dai tifosi, ma basta anche al rilassatismo che ugualmente va avanti.

    Penso solo che si potesse fare meglio in fase di costruzione della squadra in estate.
    Non credo ci voglia un esperto per affermare che sulla fascia destra abbiamo fatto passi indietro, tra l’altro con l’aggravante di avere regalato 12 milioni al Milan per desciglio, che è un panchinaro ovunque a livelli alti, figuriamoci alla Juve. Ok Howedes può giocare a destra, ma non è un laterale, è solo un difensore.
    Non credo ci voglia un esperto per capire che a centrocampo si sia rimasti indietro e ci sia mossi troppo tardi. Alla fine ci è andata anche bene che Matuidi è meglio del previsto e un ottimo trentenne, ma avevamo in mano Tolisso e l’abbiamo sacrificato nel nome del 4-2-3-1 dicendo che non era adatto, mentre ora invece stiamo cercando un modo plausibile per giocare di nuovo col centrocampo a tre. Visto che Tolisso ci serviva?

    Si poteva poi gestire meglio la vicenda Schick, va bene. Oppure quella per Spinazzola.

    Ma ripeto sono critiche e punti di vista, non semplicemente voler rompere le palle perchè questo o quell’altro poteva essere così o cosà. Tutto il resto è stato esaltante, compreso l’aver trattenuto un fenomeno come Dybala o un terzino come A.Sandro, e come l’aver iniziato con due 3-0 casalinghi e un 4-2 a quei cagoni dei genoani.
    Siamo ancora lenti e imprecisi, a centrocampo e in difesa. Pensa se si regolano un po’ le cose.
    E il Berna proviamolo a centrocampo, statemi a sentire, potrebbe essere un fenomeno davvero.

    • le critiche costruttive servono a migliorare ma bisogna partite sempre dal presupposto che li c’è gente che ne sa piu di noi. Troppa gente oensa che marotta paratici e allegri siano dei fessi. Su tolisso rem io credo ce lo abbia semplicemente strappato il bayern in qurl momento. Su de sciglio concordo sia stato pagato troppo ma questo 2 anni fa era molto promettente speriamo sia una sorpresa

  • Ciao Magno. Sono d’accordo appieno con le tue osservazioni. Eravamo abituati a parare i colpi dei nostri oppositori e detrattori, ma pare che stiamo imparando anche a guardarci le spalle dai nostri fratelli.
    È tutto ancora troppo work in progress, ma nonostante tutto la partita ha mostrato alcuni aspetti interessanti. Io ho visto un ottimo Matuidi, uno Sturaro volitivo, un diligente Benatia e un Duglas Costa interessantissimo, ma che ha bisogno di ancora un po’ di tempo. Confido molto in Betancur, sarà la sorpresa piacevole di quest’anno. Dybala è tendente al mostruoso, ma è proprio questo il motivo per cui non doveva essere venduto a qualsiasi costo. Siamo Dybala dipendenti? E che c’è di male? Meglio questo che non averlo! E un Higuain così determinato dispiace a qualcuno? Certo è ancora presto per la fluidità di gioco, ma arriverà come è arrivata l’anno scorso. A dire il vero solo per Bernardeschi ho qualche dubbio sulla posizione. Il ragazzo è in gamba e ha qualità, ma non riesco ancora ad inquadrarlo in un valido sistema di gioco. Dovrà avere anche lui qualche trasformazione stile Manzo e poi tutto sarà più chiaro. Ad ogni modo finché si vince tutto va bene e non si può criticare più di tanto.
    Ciao a tutti!

    • Grazie alfanapo confido molto in bernardeschi se esplodono lui e douglas costa con dybala siamo veramente fortissimi

Commenta

Jmania.it - 2017

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: