La Juventus cercherà una sistemazione a Douglas Costa fino al 5 ottobre

Tra il brasiliano e Bernardeschi è il primo ad essere considerato più sacrificabile dalla Juve

juventus douglas costa uscita 5 ottobre

La Juventus deve sfoltire la rosa, perché il grosso rischio è quello di ritrovarsi al 5 ottobre con lo stesso problema dell’anno prima: occhio a Douglas Costa. Maurizio Sarri si è trovato costretto, 12 mesi fa, a lasciare fuori due elementi dalla lista Uefa e indipendentemente dalla questione tecnica (in molti non hanno capito le esclusioni di Emre Can e Mandzukic) ci sono implicazioni finanziarie. La Juve post covid non può permettersi di pagare stipendio per elementi che potrebbero, eventualmente, essere a disposizione solo in campionato. Anche perché chi deve giocare la Champions deve mettere minuti nelle gambe e “allenarsi” facendo presenze in Serie A.

Attualmente, la Juventus ha tre calciatori fuori dalla lista Champions e tutti gli indizi portano a Khedira (che dovrebbe comunque rescindere), Pjaca (nessuna conferma sul possibile trasferimento al Genoa) e uno tra Pellegrini e De Sciglio. Se non si fosse bloccato il trasferimento alla Roma del terzino ex Milan, l’ex Cagliari sarebbe sicuramente entrato in lista, ma ora rischia anche lui il taglio. Per ogni elemento che arriverà, dunque, ne dovrà uscire uno e di conseguenza, se davvero si chiuderà per Edin Dzeko, Qualcuno degli attuali calciatori offensivi dovrà salutare o comunque rimanere fuori dalla Champions.

Juventus: Douglas Costa fuori dalla lista Uefa?

Considerati intoccabili i vari Ronaldo, Dybala e Kulusevski, oltre a Cuadrado che sarà utilizzato eventualmente anche da terzino, la scelta dovrà ricadere su uno tra Federico Bernardeschi e Douglas Costa. Secondo quanto riferito oggi da Romeo Agresti, fino a quando ci sarà tempo, ovvero fino al 5 ottobre, la Juventus cercherà di vendere il brasiliano. Il giornalista sostiene che i bianconeri abbiano ricevuto un’offerta importante (probabilmente dalla Turchia, ma non dallo United che non si è fatto più vivo) e se il giocatore accetterà, nessuno lo tratterrà. A questo punto, se invece dovesse rimanere, Costa si giocherebbe un posto in lista Uefa con l’ex viola e a quanto pare il numero 33 parte favorito, probabilmente per via della fragilità muscolare del brasiliano.