Interviste Primo Piano

Juventus-Barcellona 3-0: interviste ad Allegri, Dybala, Buffon e Chiellini

allegri juventus-barcellona
Scritto da Redazione JM

Juventus-Barcellona 3-0: le interviste ai protagonisti della partita, dal tecnico Allegri, al capitano Buffon, passando per i goleador Dybala e Chiellini

Juventus-Barcellona 3-0. Massimiliano Allegri on può che essere soddisfatto al termine di quella che è una serata storica per la Juve. Il tecnico bianconero ha messo in scacco il collega Luis Enrique, ma ora bisogna avere la consapevolezza di poter fare risultato anche al ritorno: "Non dobbiamo frenare gli entusiasmi: dobbiamo essere coscienti che i ragazzi hanno fatto una grandissima partita, sia a livello difensivo sia offensivo. Ma è solo il primo passo: a Barcellona sarà una partita diversa. Dybala? Ha messo in evidenza le sue grandissime qualità: ha fatto una grande partita, come tutti", le parole dell’allenatore toscano a Premium Sport.

Difficile fare percentuali di passaggio del turno, considerato com’è andata a finire con il Paris Saint Germain al Camp Nou. C’è da dire che questa Juve pare essere più matura dei francesi:

"Al ritorno dovremo cercare di fare gol - sottolinea Allegri - . Non mi piace fare percentuali. Se è questa la Juventus che sognavo? Io non sono un sognatore, sono pragmatico: eravamo una squadra nuova che aveva bisogno di conoscersi. Sono contento per i ragazzi che si meritano questi momenti e per la società che sta facendo un grande lavoro e sta crescendo di anno in anno. Nella poca verve del Barcellona ci sono grandi meriti della Juventus: se non stai attento ai loro attaccanti, con marcature e posizionamenti preventivi, rischi molto e noi lo siamo stati. Il saluto di Messi a fine primo tempo? Vederlo giocare è sempre un piacere, come vedere giocare i miei calciatori".

Ora, sotto con il Pescara: "Vogliamo raggiungere lo Scudetto, quindi a Pescara bisogna vincere, e poi c’è da preparare il ritorno: su di noi ci sono grandi aspettative e dovremo saper rispondere sempre", conclude.

Juventus-Barcellona 3-0: Dybala

Autore di una doppietta davanti al mostro sacro Messi, Paulo Dybala si è espresso così a caldo ai microfoni di Premium Sport:

"Siamo stati perfetti, abbiamo fatto una grandissima partita e sfruttato le occasioni che abbiamo avuto. Il risultato è positivo per il ritorno, ma dovremo stare attenti perché sappiamo come sono i blaugrana nel loro stadio: noi, però, siamo forti. Da bambino sognavo momenti come questo".

Juventus-Barcellona 3-0: Buffon

Protagonista con una parata che ha salvato il risultato su Iniesta, capitan Gigi Buffon ha parlato ieri sera a Premium Sport.

"Io sono in porta per parare: gioco in una grande squadra e anche io - sottolinea - , da dietro, devo dimostrare di valere questi livelli e questa squadra. Lo sguardo sul ritorno è positivo: abbiamo interpretato bene la gara. Questo 3 a 0 non è arrivato casualmente, abbiamo dimostrato che ci siamo: non abbiamo avuto alcun timore reverenziale, ma quello che è successo con il Psg ci deve fare rimanere cauti perché il turno non lo abbiamo ancora passato. Cosa abbiamo di diverso dalla finale di Berlino? Abbiamo più consapevolezza: diamo più del tu a certi ambiti in cui giochiamo, mentre prima eravamo un po’ più a disagio al cospetto di certe squadre. Il Barcellona, a livello di rabbia, qualcosina in meno ha: sono sempre stati i più forti di tutti e se avessero sempre la stessa voglia vincerebbero ogni competizione. Per fortuna nel calcio esistono anche altri valori. Dybala? La sua crescita negli ultimi due anni è stata esponenziale, si sta consacrando e già da parecchio penso che valga i primi cinque al mondo e non sfigura tra i primi tre. Gli episodi di Dortmund? Prima di dare un giudizio definitivo bisognerebbe temporeggiare: la causa di questo ordigno mi sembra debba essere ancora ufficializzata e dare dei giudizi ora sarebbe avventato", ha detto.

Juventus-Barcellona 3-0: Chiellini

Partita perfetta e gol per Giorgio Chiellini, che a fine partita dichiara:

“Notte perfetta? Una grande notte, siamo contenti, una della squadra più forti d'Europa, l'attacco più forte, siamo abbastanza vecchietti per dire che manca ancora tanto, ce l'avessero detto ieri, non potevamo chiedere di meglio. Da fuori è facile - continua a Premium - , il Psg non avrebbe mai pensato ad una rimonta, sappiamo pregi e difetti, conosciamo una squadra fantastica che si esalta nelle rimonte, oggi li abbiamo pressati più in alto possibile, le poche occasioni che abbiamo lasciato dietro, abbiamo avuto un santo che ha parato tutto. Suarez? Grande attaccante, non si parlerà più di quell'episodio, Chiellini e Suarez, con lui tutto bene. Laurea? Cosa importante, me lo godo con la famiglia, ma il mio lavoro è il calcio, io vivo per il calcio e tra otto giorni c’è una cosa molto importante. Ora sono centotredici e lode, Sì (ride, ndr)”.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi