Juventus-Atalanta, probabili formazioni: si torna al 3-5-1-1 e Kean in panchina

Per la sfida con l’Atalanta, la Juventus di Allegri si presenta con un iniziale 3-5-2 con Milik al posto di Kean

juventus-atalanta kean
Photo by ALBERTO PIZZOLI/AFP via Getty Images

Dopo la vittoria contro il Monza in Coppa Italia la Juventus torna ad Allegri che schiererà in campo il solito 3-5-1-1 ma senza il solito Kean e con Milik che riparte dal primo minuto. Rabiot, in dubbio, giocherà titolare e si rivedrà anche Kostic

Dopo la partita di Coppa Italia contro il Monza dove in panchina c’era Landucci, la Juve torna alle dipendenze di Allegri per la sfida contro l’Atalanta. Il livornese schiererà i suo solito schema che vede i tre brasiliani in difesa, a centrocampo torna titolare Fagioli in campionato e in attacco ci sarà Milik al posto di Kean accanto a Di Maria.

juventus-atalanta kean
Photo by Valerio Pennicino/Getty Images

In panchina anche ‘autore del meraviglioso gol contro il Monza Federico Chiesa. Giovedì sembrava essere in forma ma forse l’allenatore vuole preservarlo e inserirlo in caso di bisogno.

La Juventus in campo

Davanti a Szczesny ci saranno come al solito Danilo, Bremer e Alex Sandro, a centro campo McKennie sarà schierato esterno e fagioli nel ruolo di mezz’ala, al centro Locatelli e a sinistra Rabiot mezz’ala con il solito Kostic esterno. Davanti a Di Maria trequartista questa volta verrà schierato Milik al posto di Kean. I giovani impiegati in coppa Italia saranno tutti a disposizione in caso di bisogno insieme a Federico Chiesa

L’atalanta in campo

L’Atalanta scenderà in campo con il 3-4-1-2. In porta Musso e davanti a difenderlo Toloi, Demiral e Scalavini. A centrocampo Hateboer esterno destro, de Roon e Ederson al centro, Ruggeri esterno sinistro. Lookman e Hojlund in attacco davanti a Pasalic trequartista. Una squadra offensiva che punta ad aumentare il numero di reti già realizzate nelle ultime due partite e, come la Juventus, prendersi un posto in Europa.

juventus-atalanta kean

L’unica cosa che conta è vincere, da entrambe le parti, raggiungere l’Europa, possibilmente la Champions, e salire in classifica.