Juve: vincere fa sempre bene

Vittoria importante per la Juventus in Champions League, ma la guarigione definitiva non c’è ancora

juve zenit vincere

Abbiamo vinto e bene contro lo Zenit. Una vittoria che ci voleva. In altri momenti si direbbe una vittoria “scaccia crisi”. Onestamente non credo, ma ce la prendiamo a siamo contenti. La Juventus ha giocato con il coltello fra i denti fin da subito. Ha saputo reagire a un autogol piuttosto sfortunato. Ha preso traverse e sfiorato gol ha più riprese, ha anche segnato 4 gol. Insomma è stata una Juve che tutti ci aspettiamo che sia sempre, anche se quest’anno invece non è stato così. Difficile spiegare perché questa differenza di rendimento fra coppa e campionato. Vero che Malmoe e Zenit non sono dei fulmini di guerra anche se è altrettanto vero che i campioni in carica del Chelsea ci hanno fatto due 1-0 a differenza nostra, che li abbiamo presi a pallonate.

Juve: Dybala sontuoso, finalmente McKennie

Ottima la prestazione di tanti. Dybala su tutti autore di una prestazione sontuosa e autore di due gol di cui il primo di pregevolissima fattura. Bene Chiesa e McKennie. Bene anche Locatelli, Bernardeschi e Szczesny. Insomma, una Juve che sembra funzionare questa con Bernardeschi e l’americano che hanno superato Rabiot e Bentancur nelle gerarchie interne. C’è da aggiungere che se girano Chiesa e Dybala la Juve è veramente forte essendo questi due per vari motivi le due frecce più pericolose all’arco di Allegri. Morata ha giocato abbastanza bene e alla fine ha trovato un gol che gli darà fiducia. Bene anche per lui anche se resta la pecca di non aver in squadra un bomber da tanti gol come era Ronaldo.

Una Juventus ancora convalescente

Ora viene difficile capire se la Juventus è guarita davvero o meno. Allegri ha sottolineato che il secondo gol preso è sintomo che ci sono ancora delle distrazioni nel finale che fanno si che questa squadra non sia ancora la squadra concentrata che vuole lui. Secondo me ha ragione. Non ha sottolineato che i subentrati non sono stati abbastanza più bravi dei titolari con lo Zenit, e magari non lo ha fatto davanti ai microfoni, ma lo ha pensato. La prova del 9 sarà contro la Fiorentina. La Juve in campionato è purtroppo all’ultima spiaggia. Non si possono proprio più perdere punti in classifica. Questo non è un bene, ma è il nostro momento per cui non c’è molto da scegliere: contro la Fiorentina sarà una partita decisiva.