Juve-Sampdoria 2-0: il nono scudetto di fila è servito

Grazie alla vittoria con la Sampdoria, Juventus campione d’Italia per la nona volta consecutiva

juve sampdoria scudetto

Fine dei giochi. Era ora! Grazie al 2-0 sulla Sampdoria all’Allianz Stadium di Torino, la Juventus si laurea ufficialmente campione d’Italia per nove volte consecutive. In un match che valeva moltissimo per i Bianconeri e tutto sommato nulla per una Samp già aritmeticamente salva, la Vecchia Signora non ha offerto una prestazione brillante. Anzi. Tutt’altro. Madama scesa in campo al piccolo trotto, di certo non con la mentalità di una squadra che intendeva ammazzare il campionato a tutti i costi. Juve poco convinta, sonnacchiosa nel palleggio, flemmatica nelle transizioni positive e parecchio imprecisa dal punto di vista tecnico, al cospetto invece di un avversario assai più tonico sotto l’aspetto atletico, molto più determinato nei duelli e nei contrasti, ma soprattutto ottimamente organizzato in fase di non possesso, nonché pericoloso in più di qualche occasione dalle parti di Szczęsny.

Al netto di tutto, valutare la prova della Juventus con i Blucerchiati, sul piano della qualità del gioco, contava meno dei soldi del monopoli. L’unico vero obiettivo era conquistare i tre punti, più importanti dell’ossigeno. E così è stato. La Signora, come le recenti annate insegnano, risponde (quasi) sempre presente nei momenti topici della stagione. I ragazzi bianconeri hanno scritto l’ennesima e indelebile pagina di storia della gloriosa società capitanata da Andrea Agnelli. Nove tricolori consecutivi rappresentano molto più di un record, di una leggenda, del mito. Significa entrare di diritto e dalla porta principale nell’olimpo calcistico, perché nessun club dei cinque maggiori campionati europei ci è mai riuscito.

Un’altra impresa titanica è stata compiuta, un’altra complicatissima missione portata a termine con Maurizio Sarri alla guida di questo gruppo. Per lui, il primo trofeo nazionale da allenatore professionista in trent’anni di carriera. Segno, anche questo, di come la Juventus sia capace di trasformare un brutto anatroccolo in un venusto cigno. Vincere nove campionati di fila, per gli altri, può essere solo una chimera. Per tutto il popolo bianconero, invece, è una dolcissima realtà. Juve… storia di un grande amore.