Juve-Napoli è caos: pasticcio delle ASL, ma la Lega dice no ai rinvii

Tre giocatori del Napoli messi in isolamento a Torino perché privi della terza dose

Juve napoli asl caos

La Serie A è nel caos alla vigilia della 20a giornata, ma Juventus-Napoli non sarà rinviata. Non sarà rinviata nessuna gara in pratica, come ha ribadito la Lega Calcio nella riunione d’emergenza tenuta questa sera in videoconferenza. Le Asl hanno bloccato Bologna, Torino (gioca a Bergamo), Salernitana e Udinese (in trasferta a Firenze), ragion per cui domani su quei campi si assisterà a squadre che attenderanno invano avversari che non si presenteranno, con un danno di immagine pazzesco per tutto il calcio italiano.

Juve-Napoli: tre giocatori senza booster

Quanto a Juve-Napoli, la situazione è per certi versi comica. L’Asl 1 di Napoli non ha bloccato la partenza dei partenopei per Torino. Una volta atterrati in Piemonte, però, i partenopei hanno ricevuto un’ordinanza di quarantena da parte dell’Asl 2 di Napoli per i calciatori Zielinski, Lobotka e Rrahmani. I tre, infatti, avendo avuto contatti con positivi e non avendo fatto la terza dose di vaccino – fa sapere l’Ansa – non potranno giocare domani all’Allianz Stadium. Eppure, hanno viaggiato sullo stesso volo con gli altri compagni.

Gli azzurri si presenteranno allo Stadium?

Una situazione di totale emergenza per gli azzurri e non è escluso che domattina ci siano altri provvedimenti restrittivi. Di sicuro, questo è un caso diverso rispetto agli altri e se stavolta il Napoli non si presenterà in campo, non è detto che vinca poi i ricorsi della giustizia sportiva.