Juve, mercato centrocampo: risalgono Milinkovic-Savic e Ceballos

Pogba rimane un sogno per la Juventus, ecco altre due piste concrete

juve mercato centrocampo milinkovic ceballos

Paul Pogba è il sogno di mercato per il centrocampo (Gaetano Castrovilli il giovane italiano più gradito), ma la Juve è abituata a programmare per tempo ogni scelta, ragion per cui di alternative se ne tengono calde diverse. È per questo motivo, secondo quanto riferisce Calciomercato.com, che Andrea Agnelli avrebbe riaperto con Claudio Lotito il discorso relativo a Sergej Milinkovic-Savic. Il centrocampista classe 1995 è stato trattato già in passato dai bianconeri, ma si sono visti chiedere dal patron della Lazio qualcosa come 100 milioni di euro per il cartellino.

Juve mercato centrocampo: il punto su Milinkovic

Da lì in poi non è che il serbo abbia fatto sfracelli tali da giustificare un ulteriore aumento di valore, anzi. Molto dipenderà dai rapporti tra i due presidenti, che agli inizi i questa emergenza sono stati davvero molto tesi, ma sono indubbiamente migliorati negli ultimi tempi. Durante l’ultima assemblea di Lega Serie A in videoconferenza, Lotito ha elogiato Agnelli e la sua politica soprattutto per il taglio degli stipendi. Insomma, se la Juve ne volesse parlare, il patron della Lazio ascolterà le proposte bianconere, ma ovviamente non sarebbe facile accontentare i capitolini.

Ceballos di nuovo nei radar Juve

In alternativa, scrive il Mundo Deportivo, occhio a Dani Ceballos, eclettico centrocampista di 24 anni che gioca nell’Arsenal ma è ancora di proprietà del Real Madrid. La Juventus è stata vicina al suo acquisto qualche stagione fa, quando ancora giocava nel Real Betis Siviglia. Elemento di grandi qualità, Ceballos non ha però reso secondo le aspettative né con la camiseta blanca né con la casacca dei Gunners, che però vorrebbero provare a trattenerlo. Stando alle voci provenienti dalla Spagna, in fila ci sarebbero Valencia, il Betis (che lo riporterebbe a casa volentieri), ma anche la Vecchia Signora, convinta che nel calcio italiano la sua tecnica potrebbe farlo tornare sui livelli che lo hanno portato a diventare due stagiorni orsono uno dei mediani più ambiti d’Europa.