Juve, il dopo Chiellini è un’incognita: serve un centrale top

La Juventus cerca un difensore centrale di livello internazionale

juve chiellini bremer

È ormai assodato che Giorgio Chiellini saluterà la Juve a fine stagione, ma come lo sostituirà la dirigenza bianconera? Se lo stanno chiedendo molti tifosi della Vecchia Signora, che stando così le cose non si sentono molto sicuri. Sì, perché con quanto già in casa, la prossima stagione si prospetta un pacchetto di centrali composto da De Ligt, Bonucci, Rugani e Gatti, acquistato a gennaio dal Frosinone, cui si potrebbe aggiungere all’occorrenza anche Danilo. Un reparto arretrato che non fa stare tranquilli e che evoca fantasmi europei con difesa in emergenza e partite clou da giocare con de Ligt e uno tra Gatti (la cui affidabilità va testata ad alti livelli) e Rugani (il cui rendimento standard è noto).

La carta d’identità di Bonucci

A preoccupare è maggiormente Leonardo Bonucci, infatti, poiché il centrale viterbese ha da poco compiuto 35 anni e soprattutto quest’anno, per la prima volta, ha dato reali segnali di cedimento fisico. Diversi infortuni muscolari (recidive) che lasciano pensare che il numero 19 non sia più così affidabile come un tempo. Gli anni passano per tutti, purtroppo, e non possiamo farne una colpa sicuramente a lui.

Juve: può riaprirsi Bremer?

Insomma, alla Juventus serve un centrale di caratura internazionale ed è per questo che era stata fatta un’offerta ad Antonio Rudiger, che però si è accasato al Real Madrid avendo spuntato migliori condizioni economiche. L’altro nome accostato a lungo alla Juve è quello di Gleison Bremer del Torino, per il quale però l’Inter e altri club stranieri sarebbero più avanti. Da capire se, dopo lo “sgarbo Gatti”, Cairo sia disposto eventualmente a tornare a trattare con i bianconeri, ma l’asta per il brasiliano potrebbe schizzare ben oltre i 40 milioni di euro. Occhi aperti, su questo versante, le sorprese potrebbero non mancare.

Non convince del tutto Gabriel Magalhães, 24enne centrale mancino dell’Arsenal che potrebbe rientrare in uno scambio con Arthur, mentre il sogno di Massimiliano Allegri sarebbe l’interista Milan Skriniar. Difficile, quasi impossibile che Marotta lo ceda alla sua ex società, rivale numero uno ancor prima del Milan capolista.