in

Juve, per il dopo Allegri torna di moda Zidane: ecco perché

zidane juventus

Nella ridda di nomi per la successione di Massimiliano Allegri sulla panchina della Juventus ne spunta uno che ormai sembrava fuori dai giochi: Zinedine Zidane. Il tecnico francese è tornato al Real Madrid da qualche mese, firmando un contratto valido fino al giugno del 2022. La seconda esperienza sulla panchina dei Blancos, però, si sta rivelando molto più difficile della prima. La squadra è spremuta, ci sono tanti giocatori avanti con gli anni e che in estate andranno sostituti. Insomma, la ricostruzione del Real non sarà semplicissima e Zidane si sarebbe preso qualche giorno di riflessione poiché non è sicuro di poterla guidare.

È per questo motivo che la sua candidatura è tornata in auge per la panchina Juve: Andrea Agnelli pare lo avesse già scelto per il dopo Allegri, ma la nuova firma con Florentino Perez lo ha sostanzialmente spiazzato. È anche per questo che il presidente bianconero avrebbe confermato volentieri il tecnico livornese, ma Paratici e Nedved hanno votato per il cambio di rotta. Al momento, di certezze mediatiche non ce ne sono e i media non possono fare altro che “sparare” una marea di nomi nella speranza di prenderci.

Tutti i nomi per il dopo Allegri

La Juventus ha gestito perfettamente la cosa, non facendo trapelare nulla di nulla sull’addio di Allegri, né tantomeno sul suo successore. Chi sarà? La redazione sportiva Mediaset sostiene che sia in ascesa Simone Inzaghi, Tuttosport caldeggia anche Didier Deschamps e Maurizio Sarri, mentre la Gazzetta dello Sport insiste anche su Sinisa Mihajlovic. Sky Sport, infine, rilancia anche il tedesco Jurgen Klopp. L’impressione è che per conoscere il nome del nuovo allenatore della Juventus, bisognerà ancora aspettare.