in

Juve, De Ligt e quella pazza idea di Sarri

de ligt sarri juve

Dopo un mese di diavolerie e di contatti frenetici, una volta determinato l’arrivo di Maurizio Sarri, la Juventus ha proseguito il lavoro sul mercato, iniziato più di qualche mese fa.

Dopo l’arrivo di Ramsey, sarà la volta di Rabiot. L’estroso centrocampista francese, uscito da tempo fuori dai radar del PSG, potrebbe accasarsi a breve alla corte di Sarri. Con che ruolo? Il giovane francese rappresenterebbe il giocatore in grado di inserirsi negli spazi, dotato di una certa tecnica e soprattutto di garantire quei 6/7 gol che vengono richiesti a mezzali come lui. Il contro è che non gioca da diverso tempo e che dovrà ambientarsi il prima possibile. All’interno di un ipotetico 4-3-1-2 potrebbe rappresentare la soluzione migliore in rapporto qualità-prezzo, ma un po’ come per Ramsey le perplessità sono legate al fisico. Dovessero tenere un’intera stagione…

De Ligt: superiorità Juve

Mentre tutti pensavano a quale colpo sarebbe stato messo a segno dalla formazione bianconera, Paratici metteva sotto scacco l’Ajax. Manca evidentemente l’ufficialità ma questo colpo certifica il blasone e la caratura mondiale raggiunta dalla Juve. Matthijs De Ligt potrebbe a breve indossare la maglia bianconera: personalità, corsa e tecnica sono gli ingredienti di un giocatore che potrebbe far saltare il banco in casa Juve. Come collocarlo con Bonucci e Chiellini? E se fosse con loro due che Sarri lo volesse provare?

Uno dei punti clou della conferenza del neo allenatore bianconero è stato: “Non sono i calciatori che si adattano al mio modo di vedere il calcio, ma io che mi adatto alle loro caratteristiche”. Una difesa con De Ligt-Bonucci-Chiellini sarebbe da buttare via? Qualora Sarri optasse per la difesa a 4, è comunque chiaro che l’investimento sarebbe per il futuro.

E allora ‘benvenuto’, Matthijs!

Jmania.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.