Juve – Cagliari 2-0, il commento: la Vecchia Signora regola i sardi

Tre punti pesanti per la Juventus contro il Cagliari

juve-cagliari 2-0 commento

Ottima ripresa per la Juventus di Andrea Pirlo (qui l’intervista post-partita a DAZN) dopo la pausa per le nazionali, che batte il Cagliari di Eusebio Di Francesco 2-0 all’Allianz Stadium di Torino. Partenza contratta per i Bianconeri, segnatamente nelle battute iniziali, troppo imprecisi nella rifinitura e con il freno a mano tirato. Poi, con il trascorrere dei minuti, la Vecchia Signora inizia a macinare gioco, imponendosi sul rettangolo verde con personalità, consapevolezza nei propri mezzi e buonissima qualità nel palleggio, di fronte a un Cagliari tutt’altro che rinunciatario e desideroso di dire la sua. Prima la rete annullata a Bernardeschi, perché viziata da un fuorigioco, manco a dirlo, di Morata. Poi l’1-0 di Cristiano Ronaldo che, più che realizzare un gol, partorisce una vera e propria opera d’arte, da sindrome di Stendhal.

Madama abbastanza quadrata e compatta anche in fase di non possesso, in cui alterna un pressing ultraoffensivo a un atteggiamento volto a fare densità in mezzo al campo. Pochissimi i rischi subiti dalle parti di Buffon, ma anche Cragno, in realtà, non trema più di tanto, ad eccezione del velenosissimo mancino di Kulusevski (prima del vantaggio siglato CR7) che sibila a un soffio dal palo. Però, al tempo stesso, i campioni d’Italia sono costantemente in proiezione offensiva, con un baricentro altissimo, da minaccia alle coronarie, e giungono all’intervallo grazie al 2-0 firmato ancora Ronaldo.

Nei secondi quarantacinque minuti la trama del match non cambia moltissimo. Juve sempre in controllo totale della partita e pericolosissima (soprattutto) con Demiral, autore di un gran colpo di testa che sbatte sulla traversa. I sardi non restano certo a guardare, scesi sul manto erboso con l’intenzione di far male all’avversario, ma in verità senza ottenere risultati brillantissimi. Gli uomini di Pirlo creano ancora altri presupposti per blindare a doppia mandata l’incontro, senza tuttavia riuscirci.

Juve-Cagliari: tutti promossi, bentornato de Ligt

Dunque, prova convincente quella della Signora, felicissima anche del rientro molto positivo di de Ligt, che sembra essere tornato da una vacanza rilassante e rigenerante alle Seychelles più che reduce dall’intervento chirurgico subìto alla spalla. Tre punti (pesanti) in saccoccia per la Juventus e uno sguardo a dir poco ottimistico in vista del prossimo impegno europeo di martedì 24 alle 21:00 (a Torino), che potrebbe consentirle, vincendo, di prenotare il biglietto per gli ottavi della competizione per club più prestigiosa del mondo.