J Medical: il dottor Agricola direttore sanitario, infuoca la polemica

J Medical riccardo agricola

Il J Medical avrà presto un nuovo direttore sanitario e il nome sta facendo assai discutere: si tratta infatti del dottor Riccardo Agricola. Già medico sociale della Juventus dal 1985 al 2009, Agricola rappresenterebbe un ritorno non proprio gradito soprattutto a tanti anti-juventini che tramite i social network stanno già ricordando il famigerato “processo doping”.

La scorsa estate, la dirigenza bianconera ha salutato Fabrizo Tencone, Luca Stefanini e Andrea Causarano, affidando il ruolo di Responsabile Sanitario della Juve al dottor Claudio Rigo. Al contempo, è stata aperto il J Medical, il poliambulatorio presso il quale svolgono le visite i calciatori, ma che offre servizi a chiunque voglia farsi curare da uno staff medico altamente qualificato. Ebbene, dal 1° luglio dovrebbe essere a capo di questa struttura, come riferiscono diverse fonti giornalistiche, il dottor Riccardo Agricola.

Il nome di Agricola, come sottolinea Romeo Agresti su Goal.com, è sì legato alle vittorie del ciclo di Lippi, ma anche al processo doping che lo vide in primo grado condannato nel 2002 dalla Procura di Torino ad un anno e 10 mesi, ma in Appello fu assolto da tutte le accuse perché “il fatto non sussiste e non costituisce reato”. In terzo grado, infine, la vicenda si concluse con la prescrizione, dopo l’annullamento della sentenza di Appello da parte della Cassazione.

Il dibattito è comunque apertissimo: ci sono giornalisti che accusano via Twitter la Juventus di aver deciso di intraprendere “la strada del doping” per tornare a vincere anche in Europa. Accuse gratuite delle quali potrebbero dover rispondere in tribunale, ma anche molti tifosi juventini su social network e community varie parlano di nomina “fuori luogo” o “non propriamente opportuna”.