Intrigo Morata: Simeone si oppone al ritorno all’Atletico Madrid

Con il riscatto dello spagnolo, però, per la Juventus diventerebbe più difficile acquistare un centravanti

morata atletico madrid simeone

Juventus e Atletico Madrid continuano a lavorare per il futuro di Alvaro Morata, centravanti spagnolo attualmente in prestito ai bianconeri. La Vecchia Signora ha speso fin qui 20 milioni per la cessione a titolo temporaneo in questi due anni, ma ha un diritto di riscatto fissato a 35 milioni. Una cifra che la dirigenza della Continassa ritiene ora troppo alta. Negli ultimi contatti con gli omologhi dei Colchoneros, Federico Cherubini e Maurizio Arrivabene avrebbero chiesto già uno sconto.

Da Simeone no secco al ritorno di Morata

Il migliore alleato della Juve, secondo quanto riferisce oggi Tuttosport, sembra essere Diego Simeone. Il tecnico argentino dell’Atletico Madrid, infatti, non avrebbe alcuna intenzione di riprendersi Morata. A questo punto, dunque, ai Colchoneros converrebbe fare lo sconto alla Juventus, altrimenti dovrebbero riprendersi il centravanti spagnolo e poi trovargli una nuova sistemazione.

La Juventus deve fare spazio in avanti

Ovviamente, il riscatto di Morata renderebbe la prossima estate più difficile l’innesto di Vlahovic o di un altro attaccante come Alvarez. Con il rinnovo di Dybala e il riscatto obbligato di Kean, infatti, bisognerebbe liberare posti nella lista Uefa, visto che già Kaio Jorge (in odore di prestito a gennaio) ne è già escluso. Una soluzione potrebbe arrivare dalla cessione di un esterno offensivo: le quotazioni di  Bernardeschi sono in ascesa in chiave rinnovo, ragion per cui il sacrificabile potrebbe diventare Dejan Kulusevski.