in ,

Inter-Juventus 2-1: state calmi se potete

inter-juventus 2-1 editoriale

Inter-Juventus 2-1. Brutta sconfitta non c’è nulla da dire. Meritata che è pure peggio. Contro l’Inter in rimonta poi che è peggio del peggio del peggio. Urge una seria strigliata da parte della società a mister e giocatori. Squadra molle priva di aggressività, tanto titubante al cospetto di un Inter normale che, con questo atteggiamento inspiegabilmente attendista, abbiamo fatto diventare speciale. E dire che erano stati messi sotto da Pescara e Israeliani con l’aggressività. Giustamente Allegri invece fa il contrario e invece di aggredire aspetta così che questi man mano che passano i minuti prendono sempre più coraggio fino ad esser addirittura straripanti, che nemmeno il loro pubblico osava aspettarsi tanto. Una Juventus davvero molto molto brutta. Ci si chiede dove sia finita la Juventus vista nei primi tempi con Fiorentina e Sassuolo? Che poi puoi comprare anche Messi, Ronaldo e Neymar se la giochi tutta nella tua metà campo non vai da nessuna parte.\r\n

Inter-Juventus 2-1: perché Mandzukic?

\r\nC’è una gestione quanto mai curiosa delle cose. Mandzukic torna titolare pur senza aver dimostrato quest’anno ancora niente a confronto di un Higuain che anche nel poco gioco di ieri e del mercoledì di coppa riesce a crearsi occasioni lo stesso. Forse che Mandzukic si sia lamentato. E’ un ipotesi tutt’altro che campata in aria. Così come il totale inutilizzo di Cuadrado che pure l’anno scorso fu decisivo in molte partite e anche a partita in corso. Lecito chiedersi perché lo abbiamo acquistato. E ancora Pjanic marcato praticamente a uomo a cui non siamo riusciti a trovare la contromisure adeguate. Aggiungiamo Pjaca utilizzato sempre 5 minuti o i cambi fatti sempre oltre il 70mo. Sempre l’anno scorso seppure saltuariamente riuscivamo ad alternare al 3-5-2 e il 4-3-1-2 con alterne fortune ma ci dava sicuramente una variante al gioco. Oggi Allegri pare confuso ed a corto di idee. Ieri non siamo riusciti a trovare le contromisure nemmeno all’ingresso in campo di Perisic.\r\n

Inter-Juventus 2-1: Asamoah una sciagura

\r\nE poi dulcis in fundo Asamoah. Il buon Asa ha fatto un’ottima partita contro la Fiorentina di fronte a una squadra viola che non ci ha aggredito per niente e ci ha concesso molto dopodiché tutte prestazioni insufficienti. Ieri è stato una frana. Una prestazione sconcia condita dalla ciliegina sulla torta del retropassaggio fatto a cacchio di cane che ha dato il là al secondo gol dei milanesi. Quanto meno questa è una colpa che Allegri deve dividersi con la società. Il fatto di non aver concluso l’acquisto di uno fra Matuidi o Witsel comporta che alla Juventus manchi un tassello fondamentale nella zona nevralgica del campo ovvero il centrocampo. Né Lemina (il meno peggio con Sturaro) né tantomeno Asamoah ed Hernanes danno ampie garanzia di titolarità. Tutte al massimo buone riserve. Questo purtroppo sarà fino al ritorno di Marchisio e bisognerà vedere il buon Claudio dopo tanta lunga assenza in che condizioni psicofisiche sarà.\r\n\r\nLa Juventus è stata veramente così brutta ieri da non sembrare vera. Fortunatamente prestazioni così ci capitano una volta ogni secolo. La cosa positiva è che pure in una serata cosi abominevole siamo riusciti a creare lo stesso 3-4 palle gol nitide con Higuain, Pjanic e Khedira. Forse è il caso che ripartiamo da qui. Da un calcio più aggressivo, d’altronde non è che per essere propositivi bisogna esser per forza Zemaniani esistono anche le vie di mezzo, e soprattutto ripartiamo da un bagno di umiltà che forse farà bene a molti. Le cose non sono facili gli altri trovano stimoli contro di noi e fanno la partita della vita. Questo è così da sempre. Forse qualcuno se lo era scordato o non lo ha ancora imparato.