Incontro Juventus-Sassuolo: non solo Locatelli, tutti i nomi

Oggi l’atteso vertice tra i due club, ma non si parlerà solo di Manuel Locatelli

juventus sassuolo locatelli nomi

Ci siamo, è il grande giorno dell’incontro tra Juventus e Sassuolo per definire l’operazione Manuel Locatelli, ma non solo. Il centrocampista ex Milan è una priorità del mercato bianconero, ma il club neroverde non vuole regalare nulla ad un club seppur amico. La posizione del Sassuolo è delineata da tempo: per il classe 1998 servono 40 milioni di euro, una cifra che la Juve vuole pareggiare con 25-30 milioni e qualche contropartita tecnica. Le operazioni, con ogni probabilità, saranno gestite in maniera separata e potrebbero fruttare anche plusvalenze ai bianconeri.

Juventus-Locatelli: un matrimonio annunciato

Assodato che la volontà di Locatelli sia quella di vestire la maglia della Juventus, di cui è tifoso sin da piccolo, il Sassuolo (al di là delle dichiarazioni di facciata di Carnevali) sa che il club torinese si è mosso per tempo ed ha la precedenza su tutti. Alla fine, insomma, la squadra si troverà, perché la collaborazione va avanti da anni in maniera proficua e c’è interesse da ambo le parti affinché si continui così. Federico Cherubini, secondo le ultime indiscrezioni, avrebbe chiesto il centrocampista in prestito biennale con obbligo di riscatto nel 2023 e contestualmente ah aperto alla cessione di Radu Dragusin, il primo nome in cima alla lista del club emiliano, con formula da definire.

Juve-Sassuolo: gli altri nomi sul piatto

Oltre al 2002 rumeno, però, attenzione ad altri nomi, ovvero Rafia, Felix Correia, Da Graca, Fagioli e Frabotta, che però sembra ormai indirizzato verso il Genoa. Lo ha ammesso Carnevali del resto, che il vertice servirà per parlare di “giovani nostri e loro”, confermando che il vertice sarà un tavolo di lavoro con tanti argomenti all’ordine del giorno. Si parlerà anche di Giacomo Raspadori probabilmente, attaccante che piace alla Juventus, ma che il Sassuolo non vuole cedere ora. Cherubini strapperà una prelazione per il futuro? Non è da escluderlo.

Si potrebbe parlare anche di Gianluca Scamacca, già cercato in passato dalla Vecchia Signora, ma non sembra essere una priorità assoluta, anche considerato il prezzo. Da definire anche il futuro di Hamed Traoré Junior, che il Sassuolo ha prelevato, con la regia bianconera, dall’Empoli in prestito biennale con riscatto fissato a 16 milioni. Se la Juve vorrà riprenderlo, dovrà versare ai neroverdi 18 milioni. Il ragazzo vorrebbe un’esperienza in un top club già da subito, ma a Torino non sono ancora di questo avviso. Finirà ad un’altra squadra e Madama ne perderà del tutto il controllo?