Higuain: l’affetto dei tifosi Juve non basterà ad evitare la cessione

higuain tifosi juve

Gonzalo Higuain si è presentato regolarmente al primo giorno di ritiro della Juventus 2019-2020. L’attaccante argentino è arrivato di buon’ora al J Medical, dando appuntamento ai tifosi che lo acclamavano al termine delle visite mediche. Uscito dalla struttura, il Pipa è stato letteralmente sommerso dall’affetto dei supporters bianconeri. Tanti selfie, autografi, ma soprattutto il coro “Gonzalo resta con noi”. Insomma, la piazza si è schierata dalla parte dell’attaccante argentino e una buona parte della stampa ne ha approfittato per cercare di mettere la proprietà della Juve sotto pressione.

“Ora Agnelli deve riflettere”, “I tifosi se ne infischiano dei bilanci”, sono solo alcuni dei titoli di articoli di stampa pubblicati in giornata. Ovviamente, in molteplici occasioni il presidente della Juventus ha confermato che non ci sia nulla nella piazza che possa farlo riflettere. Agnelli prende le decisioni con i suoi collaboratori per il bene della società e non di certo della tifoseria. Che giustamente se ne infischia anche dei bilanci, ma lo stesso non può fare una dirigenza che al 30 giugno ha rischiato di finire in Fair Play Finanziario (provvidenziale la plusvalenza di Spinazzola in extremis).

Gestire una società di calcio non è come giocare alla PlayStation. La Juventus è tornata grande grazie alla lungimiranza e alle capacità di Agnelli e del suo staff. Il monte ingaggi è schizzato alle stelle nelle ultime stagioni e senza un aumento costante del fatturato, non si può reggere il ritmo delle altre big europee. Lo si è visto con l’acquisto di CR7, che ha rischiato di mandare a gambe all’aria il bilancio. Il bond emesso qualche mese fa e le plusvalenze hanno rimesso i conti a posto, ma ora servono altre cessioni per far quadrare i conti.

Higuain non rientra nei piani di Sarri

Al momento ci sono alla Continassa 23 giocatori della prima squadra, mentre altri 8 sono ancora in vacanza. Il totale fa 31, ma si deve inevitabilmente scendere a 25 per compilare le liste come prevedono i regolamenti. Ci sono tanti esuberi che non rientrano più nei piani della società e che hanno ingaggi stratosferici. Il più pesante è quello di Higuain, che percepisce 14 milioni lordi a stagione. Sarri lo ha avuto al Chelsea per sei mesi e lo ha relegato quasi sempre in panchina. Era il suo pupillo, non ci crede più nemmeno lui a quanto pare e in attacco attualmente ci sono almeno due elementi di troppo. È stato bellissimo oggi vedere l’affetto dei tifosi della Juventus per il Pipa, professionista che merita grande rispetto, ma il calcio è spietato anche in questo.