Haaland: “Vorrei parlare con Cristiano Ronaldo”

L’attaccante norvegese, juventino mancato, esprime la volontà di incontrare CR7

haaland ronaldo

Erling Haaland non si ferma più: ieri sera contro il Paris Saint Germain ha messo a segno una doppietta che gli ha consentito di rimpinguare il suo già ricchissimo bottino stagionale. Già 11 gol in 7 partite con il Borussia Dortmund, il 19enne bomber norvegese ha segnato dall’estate ad oggi 39 reti in 29 partite ufficiali. Una media mostruosa e se qualcuno obietta che gli avversari non siano all’altezza, sappia che il ragazzo è stato decisivo con le sue marcature anche contro colossi come Liverpool e appunto PSG.

Un grosso rimpianto per i tifosi della Juventus, che sognavano di vedere Haaland con la maglia bianconera, ma a gennaio il bomber e il suo agente Mino Raiola hanno scelto il Borussia Dortmund. In passato, lo stesso centravanti ha ammesso di essere stato vicino alla Juve, ma di aver rifiutato per poter giocare con maggiore continuità altrove. C’è chi dice che comunque la Vecchia Signora è nel suo destino e i rapporti con Borussia, migliorati con la transazione per Emre Can, potrebbero aprire importanti scenari in futuro.

Haaland: “Sono calciatore grazie a Ronaldo”

Per adesso, Haaland si concentra sul lavoro quotidiano ed ammette pubblicamente di avere un sogno: quello di incontrare il numero 7 della Juventus. “Mi piacerebbe un giorno incontrare Cristiano Ronaldo. Vorrei parlare con lui e dirgli che sono un calciatore grazie a lui. Che lui per me – conclude – è sempre stato un modello”. Ragazzo forte e, a quanto pare, molto umile e con la testa sulle spalle.