Gravina, marcia indietro sulla Superlega: “Torneo ammissibile”

Il presidente della FIGC sembra fare un’inversione a u sul nuovo torneo internazionale

gravina superlega

Gabriele Gravina, presidente della FIGC sembra fare un’inversione a u sulla Superlega. Ospite di Radio Deejay, il numero uno della Federcalcio è stato possibilista sulla nuova competizione, dopo averla avversata a prescindere dall’inizio. “Il campionato è ammissibile e non ci sono dubbi, ma bisogna capire se è compatibile con gli altri campionati, bisogna fare una scelta, o un campionato o l’altro. Non si possono giocare contemporaneamente due campionati europei o addirittura una competizione nuova con altri canoni”, argomenta.

Gravina: “Superlega ammissibile, ma no compromessi”

Nei giorni scorsi, il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, aveva parlato di una nuova competizione che superi le attuali Champions ed Europa League, una sorta di Superlega, insomma. Gravina sembra aprire, ma non intende cedere a compromessi: “Credo che siano pericolosi i compromessi su questo tema. Bisogna tenere insieme interessi internazionali e campionati nazionali. Se corriamo dietro a queste forme di desideri ambiziosi si rischiano gravi errori, non possiamo permetterceli in un momento di crisi – conclude – il più profondo della sua storia”.