in

Gravina (Figc): “Ricorso Juve? Sentenze già emesse”

Gravina ricorsi juve

Il presidente della Figc, Gabriele Gravina, ha parlato del nuovo doppio ricorso della Juventus per ottenere finalmente una risposta in merito allo scudetto 2006 assegnato all’Inter, arrivata terza nell’anno in cui scoppiò Calciopoli. “Mi era stato preannunciato da Andrea Agnelli – ammette il presidente federale – , con cui mi auguro si arrivi presto ad una stretta di mano che chiuda la vicenda, anche alla luce delle sentenze già emesse”. Già, le sentenze emesse, che evidentemente Gravina non conosce bene o fa finta di non conoscere.

Al di là del fatto che le sentenze hanno chiaramente detto che nessuna classifica sia stata alterata, da anni ormai la Juve vuole sapere chi, come e perché abbia assegnato lo scudetto all’Inter a tavolino. Tutti i gradi di giustizia sportiva hanno risposto al primo giro di non essere competenti a dare una risposta. A quel punto, Agnelli si è rivolto alla giustizia ordinaria, che con la Cassazione ha chiuso i tre gradi affermando che non sia sua competenza pronunciarsi, ma della giustizia sportiva. È proprio con il dispositivo della Cassazione in mano che il club bianconero è ora tornato davanti alla giustizia sportiva, che ora non potrà più dichiararsi incompetente, ma dovrà pronunciarsi in maniera definitiva.

Di cosa hanno paura? Che vengano a galla tutte le contraddizioni di un processo veloce e sommario di stampo dittatoriale sudamericano?