Gravina: “Assegneremo lo scudetto anche se non si giocherà”, Juve campione?

Il presidente della Figc propenso ad assegnare lo scudetto sulla base della classifica attuale

gravina scudetto juventus campione

Lo scudetto 2019-2020 sarà assegnato e se non si riuscirà a giocare, la Juventus sarà dunque campione d’Italia: lo dice a chiare lettere il presidente della Figc, Gabriele Gravina. Intervistato da Sky Sport nella serata di ieri, il numero uno federale ha ribadito che si farà ogni tentativo per portare a termine la stagione: «C’è un piano al quale abbiamo dato priorità assoluta. Saremmo tutti contenti di finire le stagioni sul campo. Siamo in contatto con la Fifa per le proroghe sui contratti – prosegue – qualora si debba andare oltre il 30 giugno. Dobbiamo trovare una soluzione e l’ideale sarebbe andare fino al 30 luglio. Dobbiamo attenerci al rispetto delle ordinanze e di quello che arriva dalle massime cariche politiche e scientifiche».

Gravina: “Sì a scudetto e retrocessione, non c’è solo la Serie A”

Ovviamente, si prende anche in considerazione la possibilità che non si torni in campo più per questa stagione e in quel caso, dopo tante altre ipotesi, tra cui anche i playoff e una sorta di finale scudetto, Gravina lascia intendere che varrebbe la classifica attuale: «Se non si potrà giocare vorremmo salvare comunque il valore della competizione sportiva che è stata raggiunta sul campo. A chi andrebbe lo scudetto? Ne stiamo parlando – ammette – ma spetta al Consiglio Federale decidere. Dobbiamo comunque arrivare alla definizione degli organici per la prossima stagione, dalle Coppe europee a promozioni e retrocessioni. Se non si chiude in estate lo Scudetto sarà comunque assegnato? Sì, esattamente. Aggiungo poi anche che il calcio italiano non vive solo per l’assegnazione dello Scudetto ma ci sono anche gli altri campionati, quelli inferiori. Dobbiamo comunque arrivare alla definizione degli organici per la prossima stagione, dalle coppe europee a promozioni e retrocessioni».