News calcio

Gran Galà del calcio Aic 2018: i premiati della Juventus

gran galà calcio 2018 pjanic

Gran Galà del calcio Aic 2018: tutti i premi ottenuti dai calciatori della Juventus, cinque bianconeri nella top 11 ideale

Gran Galà del calcio Aic: in corso la consegna dei premi per la stagione 2017-2018, tanti premi per la Juventus. Innanzitutto, sono 5 i bianconeri presenti nella top 11 (anche se Cancelo si è guadagnato il riconoscimento con la maglia dell’Inter), ecco la formazione ideale: Alisson; CanceloChiellini, Koulibaly, Alex Sandro; Nainggolan, Pjanic, Milinkovic-Savic; Dybala; Icardi, Immobile. Massimiliano Allegri, invece, vince il ballottaggio con Maurizio Sarri è de il miglior allenatore della stagione. Ironico il tecnico bianconero: “Terzo premio consecutivo? No, l’anno scorso io avevo un impegno, non potevo venire e così lo hanno dato a Sarri”.

Dopo il tecnico, premiata anche la Juventus come migliore squadra dell’anno: ritira il premio il vicepresidente Pavel Nedved. “I giocatori e l’allenatore sono la parte trainante, sono orgoglioso di essere qui. Sta tornando la voglia di venire in Italia”, ha dichiarato l’ex pallone d’oro.

Gran Galà del Calcio 2018 | Paratici

Il responsabile dell’area tecnica della Juventus, Fabio Paratici (seduto al tavolo con Massimiliano Allegri e l’agente Jorge Mendes) è stato intervistato da Sky Sport prima della consegna dei premi Aic. Inevitabili le domande sul mercato: “Pogba? Lo abbiamo già detto tante volte, è un grande giocatore a cui siamo molto affezionati, ma in questo momento e’ un giocatore del Manchester United e quindi ci godiamo i nostri giocatori che sono altrettanto bravi. Sul mercato – continua – per rendere più forte questa squadra, noi cerchiamo sempre di migliorare. Juve-Inter? Se giochiamo come sappiamo sicuramente i punti arriveranno come sono arrivati finora, quindi non stiamo a guardare troppo la classifica”.

Gran Galà del Calcio 2018 | Chiellini

Dell’anticipo del venerdì ha parlato a Sky anche il capitano della Juve, Giorgio Chiellini: “Prepareremo la partita con l’Inter senza guardare la classifica – fa eco il numero 3 bianconero – , ma sapendo che sarà una partita molto difficile. Per tutti i tifosi è la partita dell’anno, dovremo essere bravi e attenti. Abbiamo fatto bene in questi anni, stasera si festeggia la scorsa stagione, ma siamo concentrati sul presente e sul mese che verrà. Abbiamo iniziato nel modo giusto la stagione, ma ci sono ancora tante partite. Le valutazioni si faranno per tutti a fine dicembre”.

Gran Galà del Calcio 2018 | Dybala

Il numero 10 della Juventus, Paulo Dybala, ha parlato della nuova posizione che lo vede più arretrato in modo da concedere più spazio in avanti a Ronaldo e Mandzukic. “Il mister – dichiara a Sky – mi concede libertà di movimento, cerco di trovare lo spazio giusto per far male all’avversario e per sfuggire alla marcatura. Trappole? Possiamo crearle solo noi sottovalutando l’avversario, siamo consapevoli della nostra forza ma dipende tutto da noi. Dobbiamo migliorare ogni partita, manca ancora tanto. Icardi? L’ho incontrato, ma non abbiamo parlato di Juventus-Inter, sarà bello incontrarlo venerdì. Non ho mai segnato a loro, sarebbe bello segnare per quello che rappresenta per i tifosi”.

Gran Galà del Calcio 2018 | Pjanic

Miralem Pjanic ha toccato diversi argomenti arrivando al Gran Galà del calcio Aic di Milano. “Abbiamo una bella squadra, che fa grandi risultati fino a questo momento – dichiara il bosniaco – però ancora non abbiamo vinto nulla, l’obiettivo è l’ottavo scudetto, la Coppa Italia e provare ad alzare la Champions League. Piano piano, speriamo che i risultati continuino e che tutti i giocatori siano a disposizione”. Oggi, intanto, l’Uefa ha deciso di adoperare il Var a partire dagli ottavi di finale della competizione di questa stagione: “L’ho letto oggi, siamo molto contenti. All’inizio eravamo tutti un po’ perplessi sull’utilizzo del VAR – aggiunge Pjanic – , ma è uno strumento importante che stanno usando molto bene. C’è qualcosa da migliorare, ma il VAR aiuta molto gli arbitri e con questa tecnologia è tutto più tranquillo. Prossimi impegni? La Champions adesso è lontana, contro lo Young Boys dobbiamo chiudere il discorso primo posto nel girone. Ma l’importante adesso è venerdì, contro un avversario tosto, l’Inter è una squadra con ottimi giocatori. Se vincessimo, li metteremmo ancora più lontani. Non dobbiamo mollare e fare il massimo fino alla fine. Gli avversari per la Champions? Sono i soliti, Barcellona, Real Madrid e Manchester City”.

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi