Gasperini: “Inter ringrazi Calciopoli, altrimenti non avrebbe mai vinto”

Gianpiero Gasperini, tecnico del Genoa non ha alcun rimpianto della sua esperienza all’Inter. Alla vigilia dello scontro diretto in campionato, anzi, l’ex allenatore della Juventus primavera, nonché dei nerazzurri, si toglie qualche sassolino dalla scarpa, affermando che all’Inter non si punta mai sul collettivo, ma sui singoli. Diretto l’accatto a Moratti: “Non mi è stato dato il tempo di lavorare, per Moratti ero un irresponsabile” ha dichiarato a ‘La Repubblica’ Gasperini.\r\n

“Lì solo uno come Mourinho ce l’ha fatta. La svolta c’era stata con Calciopoli che aveva annientato la Juventus, altrimenti l’Inter avrebbe continuato a non vincere. Poi dopo Mourinho il trend è tornato il solito”.

\r\nInsomma, l’Inter vince solo quando gli avversari non ci sono, o sono menomati, stando a quanto dichiara Gasperini, uno che nello spogliatoio nerazzurro c’è stato solo pochi mesi.\r\n

“A differenza del Milan, all’Inter è sempre mancato il concetto di gioco di squadra. Hanno sempre puntato sui singoli, sulle individualità. Ma prima di Mourinho aveva fallito anche un come Lippi”.

\r\nFinalmente qualcuno, senza peli sulla lingua, dichiara pubblicamente, ciò che tutti sanno. Anche in quei bar nei quali vige la legge: “la Juve ‘rubba’ a prescindere”.\r\n\r\nFoto Getty Images – Tutti i diritti riservati