Calcio e scandali Calciopoli & Co

Galliani non vuole paragoni con la Juventus? Per carità non li pretendiamo… (ascoltate tutte le intercettazioni del Milan)

Prima dell’assemblea della Lega di Serie A, il presidente bianconero Andrea Agnelli ha incrociato l’amministratore delegato rossonero Adriano Galliani al quale ha stretto cordialmente la mano: qualche giorno fa Galliani si era indispettito perché il direttore generale della Juventus Beppe Marotta aveva paragonato episodi arbitrali capitati alla sua squadra ad altri relativi al Milan. “Con Marotta ho già chiarito tutto – ha spiegato Galliani -, era un amico e resta un amico. L’ho pregato di evitare i paragoni fra i giocatori della Juventus e quelli del Milan, ma mica è successa la guerra”.\r\nAl di là della vicenda in sè, nelle ultime ore è il popolo bianconero ad essere indispettito nei confronti del Milan: nelle ultime ore, intercettazioni vecchie e nuove hanno rinnovato il livore dei supporter bianconeri per il trattamento “di favore” riservato dalla giustizia sportiva ai rossoneri durante il processo di Calciopoli. Dopo aver ascoltato la ridda di telefonate di Meani e Galliani ad arbitri e guardalinee (telefonate vietate dal regolamento a differenza di quelle nei confronti dei designatori), un coro si erge dalle community dei tifosi bianconeri online: “Siamo noi a non voler paragoni con il Milan”. Gli audio delle intercettazioni, catalogati e pubblicati dalla redazione di ‘Uccellinodidelpiero.com’ bastano ed avanzano a supportare l’urlo dei supporter della Vecchia Signora, scippati di due tricolori e denudati dell’animo della squadra più forte d’Europa.\r\n\r\nVai al sito e ascolta subito tutte gli audio del Milan

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi