Interviste

Galeone: “Mai detto che Allegri lascerà la Juve a giugno”

galeone allegri

Giovanni Galeone ci tiene a fare una rettifica: non ha mai detto che Massimiliano Allegri dirà addio alla Juventus a giugno, ma…

Giovanni Galeone, ex allenatore di Serie A, ha voluto rettificare quanto riportato nei giorni scorsi da alcuni media su Massimiliano Allegri. Intervistato dal quotidiano Il Mattino di Napoli, il 78enne tecnico napoletano ha puntualizzato: “Non ho mai detto, come è stato erroneamente riportato, che Allegri lascerà la Juve a fine stagione. Max – continua – è stato mio calciatore e mio allievo. Sono estremamente legato a lui ma non so il suo futuro. Anzi, secondo me ha meno voglia di andare all’estero rispetto a due anni fa. Prima di andare su Sarri, il Chelsea ha pensato a Max la scorsa stagione, così come ha fatto l’Arsenal, ma lui ha detto no anche per questioni familiari. Io gli ho consigliato di andar via dalla Juventus dopo tanti anni – ammette – , anche perché l’ambiente bianconero lo vive sempre come uno sul quale è stato sempre troppo facile puntare l’indice contro”.

Galeone: “Se Allegri fosse stato una bandiera…”

Effettivamente, quando la Juve vince è merito dei calciatori, mentre quando perde (per fortuna molto raramente) è solo colpa di Allegri. Sin dal primo momento una fetta di tifoseria non gli ha perdonato nulla, mentre allenatori che hanno vinto meno o addirittura nulla, sono stati trattati meglio. “Ad Allegri manca la juventinità – insiste Galeone – . Se fosse stato Ferrara o Del Piero, l’ambiente bianconero, tutto l’ambiente, l’avrebbe trattato con un rispetto diverso. Secondo me, è visto come un estraneo ed è per questo che continuo a suggerirgli di lasciare la Juventus”. Per ora, ha deciso di lasciare solo i social network, a giugno si vedrà.