Juventus news

Formazione Juventus: Allegri pensa a due sorprese contro l’Atletico

formazione juventus atletico madrid allegri

Massimiliano Allegri fa catenaccio davanti alle telecamere, ma per 9/11 la formazione con cui la Juventus affronterà l’Atletico Madrid è fatta

Massimiliano Allegri ha dribblato ieri abilmente le domande sulla formazione con la quale la Juventus affronterà mercoledì sera al Wanda Metropolitano l’Atletico Madrid. L’impressione, però, è che il tecnico bianconero abbia le idee molto chiare almeno per 9/11: ci sono ancora due maglie da assegnare e non è detto che non ci siano sorprese, anche clamorose. Partiamo dalle certezze, che sono rappresentate da Leonardo Bonucci e Giorgio Chiellini al centro della difesa davanti a Szczesny e da Alex Sandro nel ruolo di terzino sinistro dopo la squalifica scontata in campionato nel match vinto per 3-0 sul Frosinone.

Resta da riempire la casella del terzino destro e vista la delicatezza della gara, non è affatto sicuro che giochi Joao Cancelo, molto bravo ad offendere ma meno a difendere. Si candida così ad una maglia da titolare Mattia De Sciglio, che ieri ha fatto molto bene anche a sinistra, ma attenzione alla possibile sorpresa Martin Caceres. L’uruguayano ha già giocato in quel ruolo in passato ed all’occorrenza consentirebbe ai bianconeri anche di piazzarsi a tre dietro.

Formazione anti-Atletico: Bernardeschi più di Dybala

Nessun dubbio a centrocampo, dove il regista sarà Miralem Pjanic, mentre le mezzali Khedira e Matuidi, dopo il turno di riposo concesso al francese in campionato. In avanti, sono già sicuri del posto Mario Mandzukic e Cristiano Ronaldo, mentre l’ultimo posto da titolare è ancora in alto mare. La prestazione di Paulo Dybala contro il Frosinone è stata esaltante, ma contro l’Atletico Madrid di Simeone ci sarà bisogno di correre e di tanto lavoro sporco. Ecco perché, in questo momento, Federico Bernardeschi sembra essere in vantaggio sulla Joya, ma attenzione alla possibile sorpresa Cancelo nel ruolo di esterno alto, che consentirebbe sostanzialmente di trasformare il 4-3-3 in 4-4-2 classico. Nessuna chance per il rientrante Douglas Costa, che si accomoderà in panchina. Potrebbe non essere convocato Daniele Rugani, ieri rimasto in tribuna per un problema all’adduttore lamentato il giorno di San Valentino.