Partite

Finale Peace Cup: Juventus vs Aston Villa 3-4 (d.c.r). Commento, tabellino e video

astonvillaI bianconeri di Ciro Ferrara cedono il passo nella semifinale di Peace Cup agli inglesi dell’Aston Villa ma dopo i calci di rigore. I tempi regolamentari, così come i supplementari si erano conclusi sullo zero a zero. La Juventus ha creato un buon numero di palle gol, subendo raramente le offensive degli inglesi. Iaquinta e Trezeguet però non hanno mai “punto” realmente e alla distanza con la stanchezza che si faceva senite è stato sempre più difficile trovare la lucidità sotto porta. Ai rigori decisivi gli errori di Iaquinta, Del Piero e Le Grottaglie.

\r\n

\r\n\r\n

IL COMMENTO\r\nLa Juventus poteva e doveva far sua questa Peace Cup. Per come era iniziata la partita, con un Giovinco pimpante e un Felipe Melo praticamente insuperabile e molto ispirato, sembrava che i bianconeri potessero fare un sol boccone dei Villans. Invece, la serata di poca vena di Iaquinta e Trezeguet (praticamente nullo per 70 minuti) ha reso le cose più complicate, poiché con il passare dei minuti i carichi di lavoro si sono fatti sentire causando mancanza di lucidità negli elementi chiave. Dal punto di vista del gioco gli inglesi raramente sono riusciti a fare quello che riesce loro meglio: ripartenze veloci con palla a terra, anche se alcune azioni personali di Ashley Young e dell’interessante giovane Albrighton hanno infilato ai fianchi la difesa bianconera con un po’ troppa semplicità. Poche note negative comunque e tante positive, a mio avviso. Un Chiellini in miglioramento rispetto alle ultime uscite, che sembra ancora una volta trovarsi meglio con Le Grottaglie piuttosto che con Cannavaro. Ottimo Felipe Melo, che dimostra di aver raggiunto già un discreto stato di forma (il calo alla distanza è più che naturale), e un incontenibile Camoranesi che, come contro il Real Madrid, fa il bello e il cattivo tempo su tutto il fronte del centrocampo. Male il reparto offensivo con Trezeguet che latita per quasi tutta la partita: riesce a mettersi in mostra solo in un paio di occasioni con risultati scadenti (sparacchia alto da vicino un ottimo assist di Zebina, non approfitta di uno svarione dei Villans con Cuzan fuori dai pali e, nei supplementari è protagonista di una rovesciata debole e prevedibile). Anche Iaquinta non è lucido sotto porta e neanche l’ingresso di Del Piero e Amauri riescono a dare la sferzata decisiva al reparto offensivo. La lotteria dei rigori ci vede sconfitti, poiché Alex sbaglia il rigore decisivo calciandolo centrale (così come tante altre volte aveva calciato nella sua carriera): non me la sento di fargliene un torto, anche se forse nessuno più di me teneva alla conquista di questo trofeo. Anzi qualcuno c’è: Jean Claude Blanc, che con i 2 mln di euro di premio intendeva probabilmente pagare qualcuno degli ingaggi onerosi che abbiamo sul groppone. Credo che, comunque, Ciro Ferrara e i tifosi bianconeri possano essere soddisfatti dell’andamento di questa tournè spagnola.\r\n

\r\n\r\n

IL TABELLINO\r\n JUVENTUS: Buffon, Zebina, Legrottaglie, Chiellini, Molinaro (39’pt Grygera), Camoranesi (44’st Del Piero), Melo, Marchisio (10’st Zanetti), Giovinco (1’pts Amauri), Iaquinta, Trezeguet\r\nASTON VILLA: Guzan, Lichay, Cuellar, Shorey (27’st Bannan), Davies, Wayman (27’st Louwry), Reo-Coker, Albrighton, Sidwell, Young, Carew\r\nARBITRO: Bloom (Ola)\r\nNOTE: ammoniti Felipe Melo, Lichaj\r\n

GUARDA LA SINTESI DELLA PARTITA

\r\n\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

GUARDA I CALCI DI RIGORE

\r\n\r\n

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi