Ferdinando Del Sole, la scheda: chi è l’esterno arrivato alla Juve con lo zampino di Allegri

Ferdinando Del Sole

Ferdinando Del Sole ha messo a segno una doppietta al debutto in amichevole con la prima squadra della Juventus. Prelevato dal Pescara, il 20enne attaccante esterno ha giocato già una partita di campionato con la Primavera di Dal Canto, ossia la sfortunata gara casalinga persa contro il Genoa per 0-1. In pochi giorni, insomma, è arrivata una delusione alla prima con i nuovi compagni, ma aggregatosi ai “grandi” è andata decisamente meglio. Qualcuno sostiene che Del Sole sia arrivato a Torino su espressa richiesta di Massimiliano Allegri, che punzecchiato sull’argomento ha spiegato: “Non ci ho messo lo zampino per il suo acquisto, anche se devo dire che si tratta di un giocatore bravo e che conosco bene, essendo fidanzato con la figlia di una mia amica”. Al Pescara sono andati 1,5 milioni di euro ed è stato promesso il 50% di un’eventuale futura rivendita.

Ferdinando Del Sole: biografia

Nato a Napoli il 17 gennaio del 1998, Ferdinando Del Sole è un grande tifoso del club partenopeo. Cresce nelle giovanili del Pescara club che raggiunge nel 2012 e con cui arriva a debuttare in Serie B. Nella stagione 2017-2018, prima del trasferimento alla Juventus, il ragazzo ha collezionato 16 presenze tra campionato e coppa Italia, corredate da 3 gol e due assist. Vanta anche tre presenze con la nazionale Under 20.

Ferdinando Del Sole: caratteristiche e prospettive

L’amichevole contro la Vigor Carpaneto è servita a Del Sole per mostrare quello che è il suo repertorio migliore. Dopo aver messo a segno un gol su calcio di punizione, si è ripetuto poco dopo con un perfetto sinistro a giro finito sotto l’incrocio alla destra del portiere avversario. Se la Juventus ha deciso di anticipare di sei mesi il suo sbarco a Torino, previsto inizialmente per giugno 2018, un motivo ci sarà: nelle intenzioni della dirigenza bianconera, i prossimi mesi serviranno al calciatore napoletano per fare esperienza con la Primavera e al contempo allenarsi con i campioni della prima squadra. Addirittura, per via delle concomitanti assenze di Douglas Costa e Bernardeschi, dovrebbe essere convocato per Juventus-Sassuolo, prossima partita e valida per la 23.a giornata di Serie A 2017-2018.

Nonostante sia mancino di piede, Del Sole ama partire dal versante destro d’attacco per accentrarsi e calciare a giro di sinistro. Non disdegna anche il ruolo di trequartista o quello di esterno sinistro, anche se indubbiamente si trova meglio a destra. Non a caso, gli addetti ai lavori lo hanno paragonato spesso proprio a Bernardeschi, altro mancino cui piace di più partire da destra. Fisico asciutto e alto 1,79 m, il ragazzo fa della velocità la sua arma migliore, che viene abbinata ad un’ottima tecnica di base e ad una grande facilità a calciare in porta, anche dalla distanza e da fermo.