“Ecco perché Nandez non è andato alla Juventus”

Lo spiega il ds del Cagliari Capozucca, il calciatore non convinto dalla formula

nandez juventus

Perché è saltato il trasferimento di Nahitan Nandez alla Juventus proprio quando sembrava cosa fatta? Lo spiega oggi all’Unione Sarda il direttore sportivo del Cagliari, Stefano Capozucca. “Per noi è fondamentale. È normale che abbia voglia di giocare nelle coppe europee anche se lui non l’ha mai detto. I matrimoni si fanno in due, è sempre mancata quella scintilla per approdare in un top club. Non è colpa del Cagliari se non è finito alla Juve – sottolinea – Lo stesso giocatore non era convinto della formula del prestito con diritto di riscatto. Voleva una cessione con obbligo di riscatto. Ora è a Cagliari, è felice di essere rimasto. Apprezziamo questo suo atteggiamento”.

Nandez ha perso il treno Juve

Fin qui si era detto che Juventus e Cagliari non avessero trovato l’intesa economica (17 milioni l’offerta contro i 20 di richiesta) e sulla formula, ma a quanto pare la mancanza di obbligo di riscatto non ha entusiasmato nemmeno il calciatore. Nandez avrebbe voluto garanzie di giocare a lungo nella Juve, una “pretesa” che probabilmente gli costerà l’ultimo treno verso un grande club dopo l’esperienza al Boca Juniors. Rimanendo al club bianconero, non è in programma in estate un nuovo assalto al centrocampista uruguayano.