Dybala: per il rinnovo la Juventus farà un’eccezione sul tetto ingaggi

Per rinnovare con la Juve, Paulo Dybala chiede oltre 10 milioni di euro, la dirigenza lo accontenterà

dybala rinnovo juventus tetto ingaggi

Paulo Dybala è in questo momento più decisivo di Cristiano Ronaldo e la Juventus lo sa bene. Quando le gare non si riescono a sbloccare, è sempre un guizzo del numero 10 a mettere la questione in discesa e dopo aver fatto di tutto per venderlo, ora i bianconeri vogliono tenerlo ad ogni costo. La Joya ha un contratto in scadenza a giugno 2022, ma la trattativa per il rinnovo va avanti, tra alti e bassi, da mesi. Entrambe le parti vogliono proseguire assieme, ma stavolta il coltello dalla parte del manico ce l’ha il calciatore, che per firmare chiede un contratto ben più alto di quello attuale.

Dybala-Juventus: aumento oltre il tetto ingaggi

Insomma, diplomazie al lavoro, ma alla fine le parti addiverranno ad un accordo fino al 2024 o addirittura 2025, con la Juventus che farà un’eccezione sul nuovo tetto ingaggi imposto da Andrea Agnelli per via della crisi post covid. I nuovi contratti in casa bianconera non dovranno superare i 9 milioni lordi, circa 6 netti (è da leggere in quest’ottica anche lo scambio Pjanic-Arthur, in cui esce un giocatore che guadagna 7 netti per uno che ne percepirà 5). Per trovare l’intesa con Dybala, però, Fabio Paratici dovrà ottenere una deroga dalla proprietà andando ben oltre il tetto. Dagli attuali 7,5 milioni, infatti, l’argentino vuole arrivare sin da subito oltre 10 milioni, con la possibilità magari di arrivare a 12 nel corso delle prossime stagioni.

Bianconeri i più pagati in Serie A

Con questo aumento, Dybala sarà il secondo giocatore più pagato della Juventus, ma anche di tutta la Serie A, dopo Cristiano Ronaldo, che guarda tutti dall’alto con 31 milioni.