in

Douglas Costa: “Bel gioco? Nei momenti chiave siamo concreti”

douglas costa

Douglas Costa si gode i nuovi record che ha conquistato con la maglia della Juventus e replica a chi sostiene che i bianconeri non siano “spettacolari”. Intervistato da Sky Sport, il brasiliano si gode i 43 punti conquistati in 15 partite (mai successo prima nella storia della Serie A) e l’imbattibilità della Juve, unica nei campionati top europei. “Abbiamo raggiunto un record importante e da quando sono arrivato siamo migliorati – sottolinea Douglas Costa – . Magari in alcuni momenti, a volte, non giochiamo sempre bene, ma nei momenti chiave ci siamo. Non creiamo tanto, ma sfruttiamo le opportunità. La squadra è veramente forte”.

L’ex Shakhtar e Bayern ha avuto un ottimo inizio di stagione, poi una pausa dovuta ad un infortunio ed ad una lunga squalifica rimediata contro il Sassuolo, ma ora è tornato nuovamente sui suoi livelli. Dopo alcuni buoni spezzoni di gara, l’impressione è che contro lo Young Boys in Champions League mercoledì possa giocare titolare al posto di Dybala: “Non ci è piaciuto perdere quella partita col Manchester in casa e penso che arrivare primi sia importante per il prosieguo del nostro lavoro”, ha proseguito.

Douglas Costa: “Napoli e Inter rivali scudetto”

Quanto alla lotta scudetto, nonostante gli 8 punti di vantaggio sul Napoli e i 14 sull’Inter, Douglas Costa predica prudenza: “Il Napoli è sicuramente una rivale, ma anche l’Inter ha giocato alla pari contro di noi. Anche il Milan gioca bene e lo stesso vale per la Roma. Ancelotti? È stato una bella persona con me al Bayern, mi ha sempre trattato bene, con trasparenza. In quell’annata, però, io ho iniziato la stagione un po’ più tardi rispetto ai compagni a causa di un infortunio e, quando finalmente sono rientrato, la squadra era già pronta. Però – conclude – Ancelotti è stato sempre molto corretto con me”.