Donnarumma alla Juventus: Raiola ha un piano

La Juve non disdegna l’idea di tornare ad avere il portiere della nazionale

Donnarumma Juventus Raiola

Mino Raiola al lavoro per allontanare Gianluigi Donnarumma dal Milan e la Juventus sarebbe la destinazione maggiormente gradita dall’agente italo-olandese. Anche dalle parti della Continassa non disdegnerebbero l’acquisto del numero uno rossonero, perché storicamente la Juve ha avuto spesso nel passato il portiere della nazionale italiana. Secondo quanto riferisce calciomercato.com, in estate i campioni d’Italia sarebbero pronti a mettere sul piatto di Donnarumma un quinquennale da 9 milioni a stagione, contro i 6 che attualmente Gigio percepisce a Milano (scadenza giugno 2021). Attenzione, però, alla concorrenza del PSG, perché Leonardo non avrebbe mai abbandonato l’idea di riavere a disposizione il portiere con cui ha già lavorato al Milan.

Donnarumma più volte vicino alla Juventus

Un amore più volte promesso e mai sbocciato tra Donnarumma e la Juventus. Nell’ultimo periodo dell’era Marotta, l’ormai ex dg bianconero si era spinto abbastanza avanti per il numero uno del Milan quando lo stesso era vicino all’addio ai rossoneri. “Quando un giocatore è sul mercato è nostro dovere provarci”, diceva il dirigente della Vecchia Signora a giugno 2017. Alla fine non se ne fece nulla, ma l’estremo difensore è sempre rimasto nei radar bianconeri, che stanno anche valutando il prolungamento di Szczesny.

Raiola vuole chiudere con Milan e United?

I rapporti tra Raiola e la Juventus sono a dir poco ottimi, come conferma l’ennesimo affare congiunto, ovvero il trasferimento a Torino di Matthijs de Ligt in estate. Ovviamente, l’eventuale arrivo a Torino di Donnarumma, porterebbe inevitabilmente all’uscita dell’estremo difensore polacco, cui il contratto verrebbe prolungato solo per aver un maggior potere contrattuale in sede di mercato. E attenzione, perché l’affare dell’estremo difensore potrebbe essere propedeutico per un altro grande colpo: il ritorno di Paul Pogba, sempre assistito da Raiola e desideroso di lasciare Manchester. L’agente sembra aver deciso di chiudere le porte dei suoi assistiti a Milan e United, club i cui progetti sono ormai lontani da troppi anni ai vertici del calcio nazionale e internazionale.