Difesa Juve: scende Boateng, salgono Benatia e un terzo incomodo

La Juve continua a cercare un centrale d’esperienza, il borsino dei difensori

difesa juve boateng benatia mustafi

La Juve pensa di mettere a segno un ultimo colpo in difesa entro le 22 di stasera, quando chiuderà la sessione estiva del calciomercato. Ieri si è parlato molto di Jerome Boateng, che non si è allenato con il Bayern Monaco ed è destinato alla cessione. Secondo quanto riferisce oggi il Corriere dello Sport, il tedesco sarebbe oggi più lontano, perché il primo approccio tra il 31enne tedesco e la dirigenza bianconera non sarebbe stato propriamente positivo. Salgono, invece, le quotazioni di Medhi Benatia.

Benatia torna alla base?

Il 32enne centrale marocchino ha ammesso nei giorni scorsi di avere avuto contatti con Fabio Paratici in estate. Il suo problema era Massimiliano Allegri, che lo faceva giocare poco, ma con Maurizio Sarri sarebbe disposto a tornare. Attualmente Benatia gioca in Qatar con l’Al Duhail, che non sembra volerlo lasciare così a cuor leggero. Inoltre, difficilmente avrà garanzie di impiego da parte del nuovo tecnico bianconero, perché la Juve vuole difendere gli investimenti de Ligt e Demiral.

Il terzo incomodo tedesco

In alternativa, secondo Sky Sport Germania, la dirigenza della Juve sta valutando anche Shkodran Mustafi, 27enne nazionale tedesco che l’Arsenal ha messo sul mercato. Si tratta di un profilo che la Juventus ha seguito già quando vestiva le maglie di Sampdoria e Valencia e che i Gunners sembrano disposti a cedere anche con la formula del prestito. Ovviamente, l’arrivo di un altro centrale difensivo comporterebbe la cessione di Daniele Rugani o la sua esclusione dalla lista Uefa per la Champions League. Rugani, dopo la mancata convocazione per Parma-Juventus, è stato reintegrato da poco.