Dennis Praet, la scheda tecnica: caratteristiche e prospettive

Dennis Praet
© foto www.imagephotoagency.it

Dennis Praet al centro di una delle ultime telenovele di mercato: martedì la Juventus lo avrebbe bloccato in un incontro con la Sampdoria e secondo l’intermediario che lo ha portato a Genova, alla fine l’affare sarà ufficializzato. Intervistato da Goal.com, l’agente del nazionale belga, Martin Riha, ha però smentito la trattativa, pur lasciando intendere che… “Non è assolutamente vero che è stata trovata una intesa per il suo trasferimento alla Juventus, così come a qualsiasi altro club. È felice ed è legato alla Sampdoria, tuttavia sono certo che dopo la fine della stagione compierà un salto di qualità”.

Dennis Praet: biografia

Dennis Praet nasce a Lovanio (la città della birra sita ad Est di Bruxelles) il 14 maggio 1994. Fino all’età di nove anni gioca sostanzialmente in due scuole calcio della sua città, K Stade Leuven e Oud-Heverlee Leuven, prima di trasferirsi al Genk. Nel 2010 mette su di lui gli occhi l’Anderlecht che lo preleva per 650 mila euro. Il debutto in prima squadra arriva un anno dopo, il 21 settembre 2011 in Coppa del Belgio. Il 26 ottobre successivo arriva anche la prima rete da professionista, sempre in coppa. Con la maglia dell’Anderlecht collezionerà in tutto 104 presenze nella Jupiler League belga, corredate da 14 reti e diversi trofei: 3 campionati e 3 Supercoppe di Belgio, oltre al titolo di miglior giocatore dell’anno 2014.

Il 24 agosto del 2016 si trasferisce alla Sampdoria, che versa per il cartellino di Praet 10 milioni nelle casse dell’Anderlecht. Il fantasista sigla invece un accordo cinquennale da 1,2 milioni l’anno. Nella stagione 2016-2017 collezionerà 34 presenze tra campionato e coppa Italia, mettendo a segno un gol in Serie A. Quest’anno, invece, le presenze sono già 21, 18 in Serie A e 3 in Coppa Italia, con 3 assist all’attivo.

In nazionale non ha ancora sfondato: dopo aver fatto tutta la trafila delle giovanili, dall’Under 15 all’Under 21, ha una sola presenza nella nazionale maggiore belga: il debutto è avvenuto il 12 novembre 2014 nell’amichevole vinta per 3-1 contro l’Islanda.

Dennis Praet: caratteristiche e prospettive

Praet nasce come centrocampista offensivo, ma negli ultimi anni si è completato diventando un mediano moderno. Con l’Anderlecht, di cui indossava la maglia numero 10, agiva prevalentemente da trequartista oppure da mezza punta sinistra. Alla Sampdoria, invece, è diventato un centrocampista centrale tuttofare: il suo punto di forza è sempre stata la tecnica, accompagnata da una buona visione di gioco e dalla capacità di verticalizzare per mandare i compagni a rete. Con Giampaolo è migliorato tanto anche nella fase di ripiego e non disdegna nemmeno il ruolo di mezzala, partendo preferibilmente da sinistra per rientrare sul piede destro. Se davvero la Juventus deciderà di concludere l’affare, alla corte di Allegri Praet potrebbe agire da mezzala oppure nel ruolo di trequartista. Non è da escludere che vista la tecnica di cui dispone, esattamente come Pjanic, pian piano non arretri anche nel ruolo di regista.