Demiral, l’autogol non cambia il mercato: due richieste per il turco

Dalal sua cessione la Juventus conta di ricavare una sostanziosa plusvalenza

demiral autogol mercato

Quella di Turchia-Italia è stata una notte da incubo per Merih Demiral, che oggi viene letteralmente massacrato dai quotidiani sportivi italiani. Il difensore centrale della Juventus si becca sostanzialmente un 4, soprattutto perché dopo aver cominciato bene contro Insigne, si è perso nella ripresa naufragando assieme al suo pacchetto arretrato. Il ct Gunes punta molto sull’esperienza da lui accumulata in Italia, ma in occasione dell’autogol ha commesso un errore da matita rossa con una posizione del corpo tutt’altro che a protezione della porta.

Demiral: due richieste tra Premier e Liga

Poco male, perché Demiral ha due partite per rifarsi innanzitutto, inoltre l’attenzione degli estimatori non è affatto calata. Sull’ex Sassuolo, infatti, c’è da tempo l’Everton, club inglese con il quale la Juve potrebbe mettere in piedi uno scambio che coinvolga anche Moise Kean. Per il Corriere dello Sport, invece, si sarebbe fatto sotto anche il Barcellona, società catalana con cui la Vecchia Signora ha ormai una collaborazione collaudata. Con i blaugrana di operazioni se ne potrebbero fare diverse e magari sopravvalutando Demiral, potrebbe rientrare a Torino proprio Miralem Pjanic.

Il turco prossima plusvalenza della Juventus

Siamo ancora agli albori insomma, perché di cose concrete si parlerà probabilmente dopo l’Europeo, ma sta di fatto che Demiral è una pedina su cui la Juventus punta per fare cassa. Da quando il difensore ha chiesto garanzie di impiego a metà della passata stagione, qualcosa si è rotto tra lui e il club bianconero. Quando fai queste uscite di solito a Torino non hai lunga vita. L’importante è portare a casa almeno 30-35 milioni e sostituire adeguatamente la pedina con una altrettanto valida. Il nome più caldo negli ultimi giorni è diventato il viola Nikola Milenkovic, che essendo  in scadenza di contratto a giugno 2022, a febbraio prossimo potrebbe essere prelevato a zero. La Fiorentina, che lo valutava 40 milioni, potrebbe lasciarlo partire per 10-15.