De Sciglio vuole restare al Lione: il piano della Juventus

Il terzino è stato ceduto ai francesi in prestito secco, le parti si aggiorneranno a giugno

de sciglio lione juventus

Mattia De Sciglio si trova bene al Lione e vorrebbe restarci anche oltre il termine di questa stagione. Lo ha dichiarato ieri lo stesso 28enne terzino il cui cartellino è di proprietà della Juventus: “Giocare qui è una bellissima esperienza. Vedremo cosa succederà alla fine del campionato, ma vorrei restare”. Fin qui il calciatore milanese ha messo insieme 14 presenze, di cui la maggior parte da terzino sinistro, ma si è destreggiato bene anche a destra e come esterno di centrocampo in un’occasione.

Non è proprio un titolarissimo, ma il rapporto con il tecnico Rudi Garcia è ottimo e l’ex allenatore della Roma lo chiama in causa spesso e volentieri. Insomma, ci sono tutti i presupposti per proseguire l’avventura al Lione, ma il club francese dovrà nuovamente sedersi ad un tavolo con la Juventus. De Sciglio si è trasferito in Ligue 1, infatti, solo con la formula del prestito secco (considerando le mensilità ricevute dai bianconeri a luglio, agosto e settembre, il risparmio per Agnelli è stato di 2,25 milioni netti, circa 4 lordi).

De Sciglio: serve nuovo accordo tra Lione e Juventus

Non essendoci alcun riscatto nell’attuale accordo, servirà un’altra cessione ed essendo il contratto di De Sciglio in scadenza a giugno 2022, dovrà avvenire a titolo definitivo. Il calciatore ha una valutazione attuale tra i 7 e gli 8 milioni di euro, una cifra che consentirebbe al cub di rientrare dell’investimento fatto in questi anni.