De Ligt stringe i denti: a fine stagione l’operazione alla spalla

Sarri non può fare a meno di de Ligt in questo momento, ma la spalla dell’olandese è messa davvero male

de ligt spalla operazione fine stagione

Matthijs de Ligt giocherà questa sera contro la Lazio la sua 36a partita stagionale con la maglia della Juventus. Catapultato rapidamente nel calcio italiano per via dell’infortunio di Chiellini ad inizio stagione, il difensore olandese è andato increscendo fino a diventare un intoccabile di Sarri. Nonostante l’ex Ajax abbia solo 21 (li compirà tra pochi giorni) è già un punto fermo della Juve del presente e del futuro, un esempio di stile e spirito guerriero al contempo. Con la spalla destra in disordine da mesi, l’olandese non ha mai mollato, anzi è rimasto in campo anche contro ogni indicazione, come a Reggio Emilia.

De Ligt: tempra da capitano

La spalla contro il Sassuolo gli è uscita di sede ben tre volte, ma de Ligt è rimasto stoicamente in campo per difendere i colori della Vecchia Signora in un momento in cui la difesa è diventata letteralmente un colabrodo. Un bel upgrade per Sarri, che ha potuto contare sull’olandese per sopperire alle assenze di Chiellini e Demiral, lasciando a Rugani solo 5 presenze in campionato. Le briciole, se si considera che lo scorso anno Allegri ha dovuto fare a meno per lunghi periodi di Chiellini, Barzagli e Caceres, dovendo così mandare in campo Rugani per 14 volte.

Operazione alla spalla ad agosto

Se nemmeno Sarri si fida di Rugani e preferisce mandare in campo de Ligt in precarie condizioni, qualcosa vorrà pur dire. E il soldato Matthijs è ben contento di sacrificarsi, rimandando l’operazione alla spalla al termine della stagione. Si tratta di attendere ancora qualche settimana, probabilmente a fine agosto, poi visto che la stagione 2020-2021 inizierà nella seconda settimana di settembre, è probabile che de Ligt torni a disposizione un po’ più in là, ma l’alternativa è perderlo ora, in un momento in cui la Juve ha troppo bisogno di lui.